Nubi nottilucenti, spettacolo eccezionale e insolito nei cieli d’Europa | FOTO

Le nubi nottilucenti, note anche come nubi polari mesosferiche, sono un noto fenomeno atmosferico nuvoloso

MeteoWeb

Ieri mattina gli skywatcher europei si sono svegliati con cieli in cui erano protagoniste le nubi nottilucenti (NLC) più luminose degli ultimi anni. “Erano incredibilmente luminose e sono rimaste molto evidenti fino all’alba,” ha riferito a SpaceWeather.com Daniel Fischer, che ha scattato questa foto da Bochum, in Germania:

Segnalazioni sono arrivate anche dal Sud dell’Europa, illuminando in controluce la Torre Eiffel e riempiendo completamente i cieli in luoghi in cui, normalmente, le NLC sono confinate in una sottile fascia vicino all’orizzonte.

Le NLC sono le nubi più alte della Terra. Create da meteoroidi, fluttuano ai margini dello Spazio a più di 80 km dal suolo. Si formano quando in estate sbuffi di vapore acqueo salgono fino alla mesosfera, permettendo all’acqua di cristallizzarsi attorno a granelli di fumo di meteorite. E’ un fenomeno naturale.

L’inizio di luglio è solitamente un buon momento per vedere le NLC nell’emisfero settentrionale, ma questo mese è eccezionale. Osservando dal Polo Nord della Terra, la navicella spaziale AIM della NASA sta assistendo ad alcune delle più forti attività NLC degli ultimi 15 anni:

nubi nottilucenti

Questi grafici mostrano la frequenza (abbondanza) delle NLC a due latitudini settentrionali: 69° e 80 . Il rosso è il 2022, le tracce di grigio le 14 stagioni precedenti.

Questa stagione sembra essere forte in tutta la regione polare,” ha affermato Cora Randall, professore presso l’Università del Colorado Boulder. “In effetti, sebbene la variabilità quotidiana sia sostanziale, il 2 luglio l’AIM ha misurato frequenze nuvolose più elevate a 69 latitudine Nord rispetto a qualsiasi altro anno dal lancio del veicolo spaziale“.

Il vapore acqueo dei gas di scarico dei razzi potrebbe aumentare le nuvole a livelli quasi record. Un picco è sospettato di essere il risultato del lancio del satellite Globalstar da parte di SpaceX il 19 giugno. È risaputo che il ritmo dei lanci di razzi è in aumento. Nel solo mese di giugno 2022 ci sono stati 16 lanci che hanno aggiunto acqua all’alta atmosfera. Il collegamento tra razzi e NLC è un’area di ricerca attiva.

Con l’evolversi di luglio, le NLC sono andate ben oltre i poli. Gli avvistamenti di a Parigi confermano che sono alle medie latitudini.