Previsioni Meteo, adesso il volto più dolce dell’estate. Ma dal 14 Luglio torna l’Anticiclone Africano

Previsioni Meteo, dopo la violenta sfuriata temporalesca di ieri l'Italia vive una pausa fresca e gradevole che durerà 5-6 giorni. Poi torna il super caldo con l'Anticiclone Africano

MeteoWeb

Tutto un altro mondo. Dopo la brusca ondata di maltempo di giovedì sera e ieri, le temperature sono crollate in tutt’Italia: stamani le minime sono piombate addirittura fino a +13°C ad Arezzo, +14°C a L’Aquila e Bolzano, +15°C a Firenze, Campobasso e Aosta, +16°C a Verona, Pisa, Vicenza, Ferrara, Cosenza e Matera, +17°C a Milano, Ancona, Prato, Pistoia, Grosseto e Piacenza. E adesso, nelle ore centrali della giornata, le città più calde d’Italia sono Bolzano, Cagliari e Grosseto con +33°C, seguite da Roma, Firenze e Novara con +31°C, valori in linea con le medie del periodo.

Molto più fresco invece sulle Regioni Adriatiche e al Sud: Crotone e Lamezia Terme non superano i +29°C, Palermo, Messina, Reggio Calabria e Siracusa sono ferme a +28°C, Venezia, Foggia, Lecce e Brindisi a +27°C, Bari, Pescara e Vieste a +26°C, Ancona, Rimini, L’Aquila e Termoli a +25°C, Matera a +24°C e Campobasso addirittura a +20°C.

Questo periodo così gradevole è il nuovo volto dell’estate, quello più classico e “mediterraneo”, ormai dimenticato per la prevalenza dell’anticiclone africano che determina fasi molto più calde. Anticiclone Sub-Tropicale che tornerà la prossima settimana, con il suo carico infernale. Ma non subito: adesso l’Italia si può godere questa pausa, che durerà 4-5 giorni al Nord, 5-6 giorni al Sud. Il tempo sarà in prevalenza soleggiato, quindi stabile, ma non mancheranno gli annuvolamenti e qualche temporale pomeridiano nelle zone interne di Alpi e Appennini.

La situazione cambierà nuovamente da Giovedì 14 al Nord, da Venerdì 15 al Centro, quando inizierà una nuova grande ondata di caldo proveniente dal Maghreb tramite la penisola Iberica. Stavolta l’Anticiclone colpirà maggiormente l’Italia settentrionale, e sarà più intenso di prima: è alto il rischio che tra 15 e 18 Luglio in pianura Padana le temperature massime raggiungano valori da record, superando i +40°C in modo particolarmente diffuso. Un po’ più fresco al Sud, in perfetto stile 2003. Una situazione nuovamente estrema, di cui parleremo meglio nei prossimi aggiornamenti di MeteoWeb.