Protezione Civile: a Reggio Calabria l’esercitazione nazionale sul rischio sismico

Una grande operazione simulata di rischio sismico, denominata ‘EXE SISMA DELLO STRETTO 2022’, interesserà soprattutto le province di Reggio e Messina nel mese di ottobre

MeteoWeb

“Oggi ho incontrato il Presidente ed il Vicepresidente della Consulta regionale del Volontariato di Protezione Civile, Valentino Pace e Carmelo Benedetto, con i quali ho concordato sull’assurdità che i mezzi utilizzati dalla ProCiv per le attività di sicurezza e supporto collettivo siano soggetti al pagamento del bollo come se fossero mezzi privati. Mi sono subito attivato quindi facendomi promotore di varie interlocuzioni politico-istituzionali per far sì che trovi concretezza questa istanza pervenutami direttamente dalle associazioni del territorio”.

A dirlo è l’On. Francesco Cannizzaro, investito della questione dai rappresentanti territoriali della Protezione Civile, fresca di nuovo corso contrassegnato dalla rivoluzione Occhiuto e dallo straordinario lavoro del neo Direttore del Dipartimento, Domenico Costarella, impegnato nella Legge di riforma dell’organismo regionale.

“L’occasione della riforma di settore che il Direttore Costarella sta redigendo, mi agevola nel promuovere l’inserimento dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale di tutte le associazioni di volontariato di protezione civile presenti in Calabria, ovviamente quelle iscritte nell’elenco territoriale e quindi attivamente impegnate. Abbiamo già interloquito con la Giunta regionale e con i Consiglieri regionali di Forza Italia, investendo entrambe le sfere della Regione affinché si tratti l’argomento in un articolo ad hoc della legge che prossimamente verrà presentata.”

E questa non è l’unica novità attesa nei prossimi mesi che riguarda Protezione Civile e Calabria. “Rendiamo noto che il Dipartimento nazionale di Protezione Civile, che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha programmato un’esercitazione di livello nazionale che avrà come base proprio l’Area metropolitana di Reggio. Si tratta – rivela il deputato reggino – di una grande operazione simulata di rischio sismico, denominata appunto ‘EXE SISMA DELLO STRETTO 2022’ che interesserà quindi soprattutto le province di Reggio e Messina, presumibilmente nel mese di ottobre. È stata scelta Reggio per questa iniziativa di grande rilievo per l’intero sistema di Protezione Civile e serve a testare la risposta operativa ai vari livelli territoriali in uno degli scenari più complessi e articolati di tutto il Paese. Una scelta che sicuramente ripaga il Presidente Roberto Occhiuto del grande lavoro svolto in seno al settore e che al contempo testimonia l’impegno e l’attenzione del Governo verso la Calabria e verso la Città dello Stretto – conclude Francesco Cannizzaro – di certo non casuali.”