Siccità: Carfagna annuncia un “grande piano di investimenti nel settore idrico”

Il 21 luglio al via lavori su Cis Acqua che raccoglierà e finanzierà proposte di interventi immediatamente realizzabili per dare impulso agli investimenti pubblici nel settore idrico

MeteoWeb

E’ stata fissata per il 21 luglio la convocazione del pre-tavolo del Cis Acqua, un grande Contratto Istituzionale di Sviluppo che interverra’ con investimenti significativi e mirati sull’intero ciclo dell’acqua: lo sfruttamento sostenibile delle fonti, la depurazione delle acque reflue, la gestione integrata delle risorse idriche superficiali e sotterranee per usi civili e agricoli”. Cosi’ il Ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna, in un messaggio all’assemblea dell’ANBI riunita oggi a Roma, ha annunciato l’avvio del CIS Acqua, che raccogliera’ e finanziera’ proposte di interventi immediatamente realizzabili per dare impulso agli investimenti pubblici nel settore idrico.  

Al pre-tavolo – scrive il Ministro – saranno presenti i rappresentanti di tutte le Regioni, i gestori dei servizi idrici e i ministeri competenti – Economia, Infrastrutture e mobilita’ sostenibile, Transizione ecologica, Politiche agricole – e ovviamente l’Associazione dei Consorzi di Bonifica”. “L’emergenza siccita’ – aggiunge Carfagna – ci impone di accelerare ogni azione sulla qualita’ e disponibilita’ delle risorse idriche per un motivo pratico e per un motivo ‘storico’. Il motivo pratico e’ che abbiamo conquistato, finalmente, le risorse per agire. Il motivo ‘storico’ e’ che viviamo tempi che rimettono in discussione diritti che consideravamo acquisiti: la crisi climatica sta rendendo il bene piu’ essenziale per la vita, l’acqua, tanto scarso quanto conteso, ed e’ tempo – conclude – di occuparsene con rapidita’ ed efficacia”.