Siccità: “oggi il giorno del decreto di emergenza”, verso CdM nel pomeriggio

Oggi il Consiglio dei Ministri dovrebbe riunirsi per decretare lo stato di emergenza per le aree più in difficoltà per l'allarme siccità

MeteoWeb

Oggi sarà il giorno del decreto di emergenza, abbiamo lavorato sabato e domenica per affinare il dossier perché era necessario introdurre tutti gli elementi e gli interventi che noi riteniamo necessari ora per garantire l’approvvigionamento idrico“: è quanto ha affermato il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, riferendosi all’emergenza siccità, a margine di un convegno sulla protezione dei dati oggi a Torino. “Noi da una parte con lo stato di emergenza riceviamo risorse per coprire i danni che oggi in Italia sono oltre 1 miliardo, ma dall’altra abbiamo anche il dovere di impedire che i danni siano ancora maggiori: quindi tutte le azioni che si possono fare nell’immediatezza, con le risorse o gli sgravi della burocrazia, vanno fatte e realizzate“.

Il Consiglio dei Ministri dovrebbe tornare a riunirsi nel pomeriggio, alle ore 18: al momento non risulta ancora convocato, ma dovrebbe riunirsi – riferiscono fonti autorevoli all’Adnkronos – per decretare lo stato di emergenza per le aree più in difficoltà per l’allarme siccità, ovvero per le 5 Regioni che lo hanno richiesto.