Vaiolo delle scimmie, aggiornamento Oms: il comitato emergenza si riunisce la prossima settimana

Casi di vaiolo delle scimmie sono stati rilevati in 63 Paesi: “dobbiamo lavorare per fermare la trasmissione del virus”

MeteoWeb

In un briefing con la stampa, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha aggiornato il bilancio dei casi di vaiolo delle scimmie nel mondo, tracciando anche le prossime mosse volte a contrastare l’epidemia. "I casi di vaiolo delle scimmie sono ora 9.200 in 63 Paesi" nel mondo. "Il Comitato di emergenza per Monkeypox si riunirà di nuovo la prossima settimana ed esaminerà i trend" del contagio, "quanto sono efficaci le contromisure" adottate e "formulerà raccomandazioni su ciò che i Paesi e le comunità dovrebbero fare per affrontare l'epidemia", ha detto Tedros. 

"Nel frattempo, prosegue un approccio su più fronti L'Oms sta lavorando a stretto contatto con la società civile e la comunità Lgbtiq+, in particolare per affrontare lo stigma attorno al virus e diffondere informazioni in modo che le persone possano stare al sicuro. E poi continua a collaborare con Paesi e produttori per coordinare la condivisione dei vaccini, che attualmente scarseggiano. Infine, l'Oms continua a lavorare con Paesi ed esperti per portare avanti la ricerca e lo sviluppo. Sottolineo ancora una volta che dobbiamo lavorare per fermare la trasmissione del vaiolo delle scimmie e consigliare ai governi di implementare il tracciamento dei contatti per aiutare ad arginare il virus, nonché assistere le persone in isolamento", ha spiegato il direttore generale dell'Oms.