Vaiolo delle Scimmie: l’OMS dichiara massima allerta per l’epidemia

I sintomi iniziali del vaiolo delle scimmie includono in genere febbre alta, linfonodi ingrossati e un'eruzione cutanea o lesioni vesciche, simili alla varicella, spesso sulla bocca o sui genitali

MeteoWeb

L'epidemia di vaiolo delle scimmie è stata dichiarata un'emergenza sanitaria globale dall'Organizzazione mondiale della sanità. Nella scala degli allarmi epidemici, è stata classificata con il livello più alto che l'OMS può emettere e segue un aumento mondiale dei casi. Il verdetto è arrivato al termine della seconda riunione del comitato di emergenza dell'OMS sul virus.

Sono stati segnalati oltre 16.000 casi da 75 paesi, ha affermato il direttore generale dell'OMS, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus. Fino a questo momento ci sono stati cinque morti a causa dell'epidemia, ha aggiunto. Al momento ci sono solo altre due emergenze sanitarie simili: la pandemia di coronavirus e il continuo sforzo per eradicare la poliomielite. Il dottor Tedros ha affermato che il comitato di emergenza non è stato in grado di raggiungere un consenso sul fatto che l'epidemia di vaiolo delle scimmie debba essere classificata come un'emergenza sanitaria globale. Tuttavia, ha affermato che l'epidemia si è diffusa rapidamente in tutto il mondo e ha deciso che era davvero di interesse internazionale.

 

 

Si è capito troppo poco delle nuove modalità di trasmissione che ne avevano permesso la diffusione, ha affermato il Tedros. "La valutazione dell'OMS è che il rischio di vaiolo delle scimmie è moderato a livello globale e in tutte le regioni, tranne che nella regione europea, dove valutiamo il rischio come alto", ha aggiunto. C'era anche un chiaro rischio di un'ulteriore diffusione internazionale, sebbene il rischio di interferenza con il traffico internazionale sia rimasto per il momento basso, ha affermato.

Il dottor Tedros ha precisato che la dichiarazione aiuterebbe ad accelerare lo sviluppo di vaccini e l'attuazione di misure per limitare la diffusione del virus. L'OMS sta anche emettendo raccomandazioni che spera stimoleranno i paesi ad agire per fermare la trasmissione del virus e proteggere le persone più a rischio. "Questo è un focolaio che può essere fermato con le giuste strategie nei gruppi giusti", ha sottolineato ancora. I casi sono attualmente concentrati tra gli uomini che hanno avuto rapporti sessuali con uomini, in particolare quelli con più partner sessuali, e che i paesi devono adottare misure che proteggano la loro salute, i diritti umani e la dignità. "Lo stigma e la discriminazione possono essere pericolosi come qualsiasi virus", ha evidenziato.

 

 

Il vaiolo delle scimmie è stato scoperto per la prima volta nell'Africa centrale negli anni '50. Nel Regno Unito, finora sono stati confermati più di 2.000 casi. Funzionari sanitari stanno già raccomandando alle persone a più alto rischio di esposizione al vaiolo delle scimmie, inclusi alcuni uomini gay e bisessuali, nonché alcuni operatori sanitari, di offrire un vaccino. I sintomi iniziali in genere includono febbre alta, linfonodi ingrossati e un'eruzione cutanea o lesioni vesciche, simili alla varicella, spesso sulla bocca o sui genitali nei casi recenti. Le infezioni sono generalmente lievi.