Esplora i vulcani più remoti del pianeta con il nuovo libro divulgativo sul vulcanismo antartico

Il libro “Vulcanismo antartico: esplora i vulcani più remoti del pianeta” ci fa sapere quanti vulcani si trovano in Antartide, quali sono i più grandi e quali i più attivi e molto altro

MeteoWeb

"Le eruzioni vulcaniche sono uno dei fenomeni più spettacolari e maestosi della natura e al contempo tra i più distruttivi. A dispetto di quanto si possa credere, la terra dei ghiacci, l’Antartide, conta più di cento vulcani, alcuni dei quali si ergono per migliaia di metri sulle calotte glaciali mentre altri ne sono interamente sepolti. Molti di questi vulcani sono fortemente attivi o lo sono stati in un recente passato e hanno prodotto eruzioni di grandissime dimensioni. Con le loro caratteristiche molto speciali questi vulcani hanno fin dal secolo scorso attratto l’attenzione di esploratori e scienziati". Lo spiegano Alessio di Roberto e Massimo Pompilio in un articolo pubblicato sul blog INGVvulcani.

"Nel nuovo libro divulgativo “Vulcanismo antartico: esplora i vulcani più remoti del pianeta”, dedicato al pubblico più giovane, il lettore potrà conoscere dove si trovano i vulcani sulla Terra, come eruttano, quali sono i diversi tipi di attività vulcanica e come i vulcani possono essere pericolosi e influenzare la vita e l’ambiente che li circonda. Corredato da suggestive illustrazioni a cura di Nia Schamuells, il libro ci fa sapere quanti vulcani si trovano in Antartide, quali sono i più grandi e quali i più attivi, cosa succede quando un vulcano coperto completamente dal ghiaccio entra in eruzione o ancora come gli scienziati siano in grado di studiare i vulcani in un luogo così remoto come l’Antartide".

"Il libro è il risultato di un lungo lavoro del gruppo AntVolc (Antarctic Volcanism Expert Group), un gruppo di esperti vulcanologi che dal 2014 si occupa di promuovere lo studio del vulcanismo antartico e trasferire le conoscenze al grande pubblico nonché di sviluppare collaborazioni e progetti di ricerca internazionali congiunti. Il gruppo promuove inoltre i legami scientifici con altri settori della ricerca in Antartide, come glaciologia, biologia, modellistica. AntVolc è a sua volte parte dello SCAR (The Scientific Committee on Antarctic Research – Comitato Scientifico per la Ricerca Antartica), un’organizzazione internazionale che ha il compito principale di avviare, sviluppare e coordinare la ricerca scientifica internazionale di alta qualità nella regione antartica", concludono di Roberto e Pompilio.