Funerali di Piero Angela, il figlio: “mi ha insegnato a non temere la morte” | FOTO

"Negli ultimi giorni mi ha insegnato a non avere paura della morte. L'ha affrontata con serenità, non l'ho mai visto nello sconforto e nella paura", così Alberto Angela ricorda il padre Piero

  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • FABIO CIMAGLIA
    FABIO CIMAGLIA
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Massimo Percossi / Ansa
    Foto Massimo Percossi / Ansa
  • Foto Massimo Percossi / Ansa
    Foto Massimo Percossi / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
  • Foto Fabio Cimaglia / Ansa
    Foto Fabio Cimaglia / Ansa
/
MeteoWeb

E’ arrivato in Campidoglio alle 10.40 di questa mattina il feretro di Piero Angela, giornalista, divulgatore scientifico e intellettuale particolarmente amato dagli italiani, scomparso a Roma il 13 agosto: ad accoglierlo, accanto alla famiglia, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Fuori, oltre a tanti amici e colleghi in attesa di entrare nella camera ardente, già da prima delle 10 si è formata una folla composta e silenziosa di cittadini di tutte le età che, sfidando il caldo, sono giunte in Campidoglio per porgere l’ultimo saluto.

Sono dunque centinaia le persone in fila per rendere un ultimo saluto al giornalista, che ha portato la scienza nelle case degli italiani con trasmissioni di successo come Quark e SuperQuark. La fila di persone attraversa tutta la piazza, da ragazzi ad adulti, sono molti coloro che stanno affrontando il caldo per salutare una colonna portante della tv culturale italiana. La camera ardente allestita in Campidoglio aprirà al pubblico alle 11.30 e chiuderà questa sera alle 19:00.

Alberto Angela: “mi ha insegnato a non avere paura della morte”

Lui ci ha insegnato tante cose, l’ultimo insegnamento me lo ha fatto non con le parole, ma con l’esempio. Negli ultimi giorni mi ha insegnato a non avere paura della morte. L’ha affrontata con serenità, non l’ho mai visto nello sconforto e nella paura“. Così il figlio Alberto al discorso tenuto pubblicamente alla camera ardente del padre.