Il maltempo paralizza i traghetti dello Stretto: 3 ore di coda sull’A2 Salerno-Reggio Calabria | FOTO

Senza il Ponte sullo Stretto, è bastata un'ora di pioggia a mandare in tilt il sistema dei trasporti dello Stretto di Messina: situazione drammatica in queste ore per i viaggiatori rimasti imbottigliati sull'A2 Salerno-Reggio Calabria

/
MeteoWeb

Dopo il maltempo di questa mattina, peggiorano i disagi per i trasporti nello Stretto di Messina (ancora incredibilmente orfano del Ponte nel 2022!) e di conseguenza sulle strade calabresi: oggi pomeriggio il traffico è nel caos, come conferma l’Anas con una nota ufficiale in cui parla di “tempi di attesa agli imbarchi per la Sicilia di circa tre ore“, aggiungendo che “si registrano code di circa 2 km lungo l’A2, tra lo svincolo di Santa Trada e lo svincolo di Villa San Giovanni“. Queste code, visibili nelle immagini a corredo dell’articolo, non bloccano soltanto il traffico verso la Sicilia, ma anche la viabilità ordinaria dell’autostrada in direzione Reggio. Un viaggiatore che si sposta da Cosenza a Reggio o anche solo da Palmi a Reggio, o qualsiasi altro mezzo diretto a Reggio che non ha nulla a che fare con la Sicilia e con i traghettamenti dello Stretto, rimane ore bloccato in autostrada per gli ingorghi dovuti ai trasporti con la Sicilia.

Proprio per sbloccare questa situazione, sull’A2 Salerno-Reggio Calabria è stata istituita l’uscita obbligatoria per tutti i veicoli presso lo svincolo di Rosarno con stoccaggio dei veicoli diretti in Sicilia presso l’area portuale di Gioia Tauro, mentre i veicoli diretti a Reggio Calabria potranno rientrare al medesimo svincolo e proseguire in A2. Con quest’intervento, le autorità competenti sperano nell’arco di poche ore di ripristinare quantomeno la viabilità ordinaria verso Reggio, ma saranno inevitabili ulteriori ritardi per traghettare in Sicilia.

I disagi sono stati innescati dall’ondata di maltempo che stamani ha colpito Calabria e Sicilia, scaricando ingenti quantità di fango e detriti sul piazzale del molo di Villa San Giovanni dove adesso sono ancora in corso gli interventi di pulizia (vedi fotogallery scorrevole a corredo dell’articolo). Un disastro che con il Ponte sullo Stretto, ovviamente, non si sarebbe verificato.

Maltempo, bloccati i traghetti tra Calabria e Sicilia: il fango ha invaso il molo a Villa San Giovanni | VIDEO

Disagi a Villa San Giovanni, la nota della Caronte & Tourist

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto stamattina sui piazzali d’imbarco a Villa San Giovanni dalla nostra squadra di pronto intervento che è riuscita, operando in condizioni estremamente difficili, a ridurre al minimo possibile i tempi d’imbarco e i disagi per i nostri passeggeri”. Caronte & Tourist, la società che gestisce i trasporti dello Stretto, parla così dell’emergenza scattata stamattina nell’area portuale di Villa, a causa della piena di un torrente che ha trascinato verso il mare tonnellate di fango e detriti invadendo anche i piazzali d’imbarco e rallentando pesantemente le normali operazioni di traghettamento.

La squadra di pronto intervento che abbiamo formato tre anni fa, operativa h24 in caso di emergenze, ha dato anche stavolta una ottima prova di sé. Dieci uomini e tre bobcat hanno lavorato senza sosta per tutta la mattina, per rispristinare la normalità. A loro va il nostro più sincero e sentito ringraziamento” – conclude la nota di Caronte & Tourist.