Maltempo Val di Fassa, rientrano gli evacuati: fatta brillare la roccia su Muncion

La situazione è quasi tornata alla normalità nei comuni della Val di Fassa più colpiti dal maltempo: individuata una seconda roccia da far brillare su Muncion

MeteoWeb

La situazione è tornata sotto controllo in Val di Fassa, dopo i devastanti temporali di ieri che hanno provocato una serie di frane, smottamenti, colate di fango e allagamenti. E' stata fatta brillare la roccia di 25 metri cubi a monte dell'abitato di Muncion, frazione del comune di Pozza di Fassa, in provincia di Trento, resa instabile dal nubifragio di ieri.  

I sopralluoghi, anche con l'ausilio dei droni, hanno consentito però l'individuazione di un nuovo masso di dimensioni ancora superiori che si trova a poca distanza da un'abitazione. Si tratta dell'unica struttura che resterà evacuata fino a lunedì, quando è prevista la demolizione della roccia. Nel frattempo, le cinque persone che risiedono in quella casa saranno ospitate da familiari e amici. Intanto un centinaio di persone, evacuati ieri sera dalla Val di Fassa, nel corso del pomeriggio hanno fatto rientro negli alberghi e nelle abitazioni.  

Ora la situazione nei territori comunali di San Giovanni di Fassa, Mazzin e Campitello di Fassa è tornata alla quasi normalità. I Vigili del Fuoco volontari di Pozza e Vigo di Fassa e i colleghi dei distretti Fassa, Fiemme e Primiero stanno completando in queste ore la pulizia delle strade e vengono posate tubature per favorire il deflusso delle acque. 

La Protezione Civile del Trentino ha emesso un nuovo avviso di allerta ordinaria (gialla) per temporali, vento forte e rischio idrogeologico fino alla mezzanotte di domenica 7 agosto, valido su tutto il territorio provinciale. L'allerta è stata firmata in base alle valutazioni effettuate, in continuità dell'allerta di ieri.