Scarica di rocce dal Monte Pelmo, nube di polvere sulle Dolomiti di Zoldo

La nube di polvere sollevata dal crollo è stata notata in Val Boite e nella stessa Val Zoldana

MeteoWeb

Questa mattina, tra le 7 e le 8, una scarica di roccia ha interessato un versante del Monte Pelmo, sulle Dolomiti di Zoldo. Sul posto si sono recati gli operatori del Soccorso alpino della Val Fiorentina per verificare l'area interessata, soprattutto per escludere la presenza di persone coinvolte. Un elicottero si è alzato in volo per le verifiche del caso.

La nube di polvere sollevata dal crollo è stata notata da lontano nelle zone circostanti, in Val Boite e nella stessa Val Zoldana. Il distacco di materiale si è verificato nell'area compresa tra passo Staulanza e forcella Val D'Arcia, ed è stato distintamente avvertito dalle persone che alloggiano nei due rifugi in zona, lo Staulanza e il Città di Fiume. 

Dalle prime valutazioni – secondo l Cnsas di Belluno – il distacco è avvenuto dallo stesso punto in cui, il 31 agosto del 2011, si originò il grande crollo che costò la vita ad Alberto Bonafede e Aldo Giustina, i due soccorritori impegnati in un intervento sulla via Simon Rossi. Il materiale roccioso, che ha sollevato una grande nuvola di polvere, è arrivato sul ghiaione sottostante senza interessare il sentiero e senza coinvolgere persone di passaggio, mentre continuano le scariche.