“Nuclear”, il documentario di Oliver Stone: il tema dell’energia nucleare alla Mostra del Cinema di Venezia

L'energia nucleare al centro del nuovo documentario di Oliver Stone: "sebbene sia da molto tempo considerata pericolosa nella cultura popolare, in realtà è molto più sicura del carbone, del petrolio e del gas”

MeteoWeb

Il tema dell’energia nucleare arriva alla Mostra del Cinema di Venezia grazie ad un nuovo documentario destinato a far discutere per le sue tesi controcorrente. “Sono orgoglioso di annunciare finalmente che "Nuclear", il mio ultimo documentario, sarà presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia il 9 settembre”. Lo ha comunicato con un post su Facebook Oliver Stone, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense. 

Ci sto lavorando da quasi due anni con l'enorme aiuto di Joshua Goldstein, coautore di "A Bright Future". Ormai, sono sicuro che sappiate che questo è un argomento a favore dell'energia nucleare come soluzione realistica all'abisso che ora dobbiamo affrontare nella produzione di energia pulita per la nostra esistenza qui sul pianeta Terra. Questa è un'energia che non solo salverà il pianeta, ma ci permetterà di prosperare. E sebbene sia da molto tempo considerata pericolosa nella cultura popolare, in realtà è molto più sicura del carbone, del petrolio e del gas”, continua Stone nel suo post. 

“Il documentario, di 1 ora e 45 minuti, entra nei dettagli ma non affonda in tutte le futili discussioni che la folla anti-nucleare gli lancia. Le energie rinnovabili come l'eolico e il solare funzionano in misura limitata, ma ormai dovremmo sapere che non si avvicinano alla risoluzione del problema da sole, motivo per cui le compagnie di combustibili fossili supportano le rinnovabili. Perché richiedono inevitabilmente grandi quantità di gas metano per garantirne l'affidabilità. Credo che questa sia la più grande storia del nostro tempo. Dobbiamo usare la scienza e il cervello per superare questa sfida finale che ci viene data dalla natura. Renderemo il film sempre più disponibile sulle piattaforme nazionali man mano che ci avvicineremo alla sua uscita”, conclude Stone.