L’Olanda lancia un piano d’emergenza per la siccità: misure di mitigazione in alcune regioni

Siccità in Olanda: un'unità di crisi sovrintenderà alla distribuzione delle risorse idriche, avendo come priorità la sicurezza delle dighe e la conservazione della natura

MeteoWeb

Un periodo esteso di clima caldo e asciutto sta provocando problemi in tutta Europa. Il governo olandese ha approvato un piano di emergenza a causa della scarsità d'acqua provocata dalla lunga siccità. Il Ministro delle Infrastrutture e della Gestione delle Acque Mark Harbers ha affermato che un'unità di crisi sovrintenderà alla distribuzione delle risorse idriche, avendo come priorità la sicurezza delle dighe e la conservazione della natura. Il piano prevede misure severe, se la siccità dovesse continuare.  

Le scarse piogge, l'aumento dell'evaporazione e i minori afflussi di acqua dolce dai fiumi che arrivano da oltreconfine sono tutti fattori che hanno contribuito alla scarsezza d'acqua disponibile. Il Ministro ha detto che c'è sufficiente acqua potabile, invitando però la popolazione ad usarla con parsimonia. "Tutti devono fare qualcosa per contribuire: chiedo a tutti gli olandesi di pensare con attenzione al fatto se hanno davvero bisogno di lavare l'auto o di riempire completamente la piscina per i bambini", ha affermato Harbers.  

Alcune regioni hanno già introdotto misure di mitigazione, incluso il divieto per gli agricoltori di irrigare mediante spruzzo. Nella distribuzione dell'acqua dolce, i dirigenti olandesi considerano una priorità la sicurezza delle dighe, poiché la loro stabilità rischia di essere compromessa in periodo di siccità. Dighe, sbarramenti e dune proteggono il 60% del territorio, che giace per il 30% sotto il livello del mare. Il paesaggio è gestito anche da un complesso sistema di pompe, canali e mulini.