Perseverance preleva l’11° campione, potrebbe contenere indizi di vita su Marte

L'ultimo campione è una roccia sedimentaria che potrebbe contenere biomarcatori o indicazioni di vita

MeteoWeb

Il rover Perseverance della NASA ha prelevato un campione di roccia che potrebbe contenere indizi sull'esistenza di vita antica su Marte. I funzionari della missione hanno annunciato la pietra miliare su Twitter, collegando il prelievo del rover con la sua futura partecipazione a una missione che prevede l'invio dei campioni sulla Terra.

"Notizie entusiasmanti: non solo di recente ho preso un nuovo nucleo di roccia (n° 11), ma i piani stanno prendendo forma per riportare questi campioni sulla Terra," si legge sull'accout Twitter del rover Perseverance della NASA.

L'Agenzia spaziale ha infatti ridisegnato la missione Mars Sample Return rendendo Perseverance il rover principale per la raccolta di campioni, scartando i precedenti piani che prevedevano un rover dell'Agenzia Spaziale Europea. Come backup, la NASA incaricherà due nuovi elicotteri per la raccolta dei campioni stessi.

Sempre la scorsa settimana, i funzionari della NASA hanno reso noto che l'11° campione di rover è una roccia sedimentaria che potrebbe contenere biomarcatori o indicazioni di vita. Sebbene Perseverance possa eseguire analisi preliminari sui suoi campioni, non ha potuto portare molti strumenti con sé, quindi gli scienziati sono ansiosi di riportare quanto prelevato dal rover sulla Terra per un'analisi più dettagliata.

Da qui la missione Mars Sample Return, uno sforzo congiunto della NASA e dell'Agenzia Spaziale Europea, che dovrebbe essere lanciata nel 2028. Nel frattempo, Perseverance preparerà i campioni che raccoglierà nel cratere Jezero e troverà un posizione comoda dove potrebbe atterrare la futura missione.

Dopo che la missione "ammarterà", Perseverance trasporterà i campioni su un piccolo razzo chiamato Mars Ascent Vehicle (MAV). Il razzo lancerà i campioni verso un orbiter che poi invierà le rocce sulla Terra per l'analisi da parte degli scienziati.

Perseverance contiene 43 provette, e 38 dovrebbero essere riempite con campioni. Il team del rover sta individuando le aree più promettenti per non sprecare prezioso spazio.

La missione è atterrata su Marte nel febbraio 2021 e ha raccolto il primo campione a settembre 2021. Al momento, sta esaminando un delta del fiume che potrebbe contenere tracce di vita antica.