Paleontologia: scoperto il più antico dinosauro africano

Il Mbiresaurus raathi pesava solo da 9 a 29 chilogrammi e ha il primato di essere il più antico scheletro ritrovato in Africa, oltre che uno dei più piccoli

MeteoWeb

Il suo nome scientifico è Mbiresaurus raathi ed è il più antico dinosauro conosciuto che abbia mai messo piede sul suolo africano. Descritto sulla rivista Nature, l’esemplare è stato scoperto e nominato dagli scienziati del Dipartimento di Geoscienze del Virginia Tech, del Museo di Storia Naturale dello Zimbabwe e dell’Universidade de Sao Paulo, i quali hanno riportato alla luce i resti fossili dell’animale nel 2017 e nel 2019 nel nord dello Zimbabwe.

Era un dinosauro di piccole dimensioni: lungo poco più di 180 centimetri, il Mbiresaurus raathi pesava da 9 a 29 chilogrammi e ha quindi il primato di essere il più antico scheletro ritrovato in Africa, appartenente alla famiglia dei sauropodomorfi, caratterizzati da lunghi colli. “Questa scoperta – afferma Christopher Griffin, primo autore dell’articolo – colma una lacuna geografica nella documentazione fossile dei dinosauri più antichi“.

Abbiamo deciso di nominare questa specie in onore di Michele Raath, il paleontologo che per primo trovò i fossili – sottolinea Griffin – mentre Mbire è il distretto in cui è stato portato alla luce l’animale, nonché il nome di un’antica dinastia Shona che governò la regione“. In base alle analisi effettuate, i ricercatori sono giunti alla conclusione che il Mbiresaurus si ergeva su due gambe ed era caratterizzato da una struttura cranica relativamente piccola rispetto ad altre specie correlate. Il dinosauro aveva anche denti piccoli, triangolari e seghettati. “La scoperta di questa specie è davvero importante per lo Zimbabwe e l’intera branca della paleontologia – commenta Michel Zondo, curatore di fossili del museo – l’esemplare è inoltre quasi completo, il che aggiunge valore al ritrovamento. Siamo convinti che questo lavoro possa colmare alcune delle lacune esistenti“.