Il ruolo del sale nei temporali marini: come influisce sui fulmini

Un nuovo studio svela che le particelle di sale grossolane dello spray marino riducono i fulmini indebolendo la convezione all'interno delle nuvole

MeteoWeb

L'attività temporalesca sulla terraferma si verifica a causa degli effetti della termodinamica e delle interazioni aerosol-nubi-precipitazione. Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui l'attività dei fulmini sugli oceani tropicali sia significativamente ridotta rispetto a quella terrestre. Ora un articolo appena pubblicato sulla rivista Nature suggerisce che il sale nello spray marino potrebbe ridurre l'attività dei fulmini durante i temporali marini. I risultati potrebbero aiutare a spiegare perché i livelli di fulmini sugli oceani tropicali sono ridotti rispetto al numero visto sulla terraferma. 

Per indagare sul motivo per cui i fulmini possono essere meno frequenti sugli oceani, Daniel Rosenfeld e colleghi hanno analizzato i dati meteorologici, sull’aerosol e sull’attività dei fulmini dall'Africa e dagli oceani adiacenti (tra 50°W e 50°E e 20°S e 20°N) dal 2013 al 2017. Gli autori hanno scoperto che gli aerosol marini grossolani, come il sale, riducono la frequenza dei fulmini. È stato scoperto che gli aerosol fini promuovono l'elettrificazione delle nuvole, come fanno sulla terraferma, mentre le particelle di sale grossolane dello spray marino riducono i fulmini indebolendo la convezione all'interno delle nuvole. L'aggiunta di spray marino grossolano può ridurre i fulmini del 90% indipendentemente dal carico di aerosol fine. 

Si è scoperto che le grandi particelle favoriscono la precipitazione di pioggia calda prima che l'acqua delle nuvole possa salire e raggiungere i livelli necessari per il superraffreddamento, un passo necessario verso l'elettrificazione delle nuvole. Ciò ha l'effetto di ridurre il trasferimento di calore verso l'alto sul mare, influenzando la quantità di precipitazioni necessarie per guidare la circolazione atmosferica. 

In sintesi, gli aerosol solubili fini e grossolani hanno effetti opposti sul rinvigorimento convettivo e sull'elettrificazione. Sebbene sia già ben documentato che gli aerosol fini sopprimono la coalescenza e rinvigoriscono le nubi convettive profonde e la loro elettrificazione, è la prima volta che viene documentato che gli aerosol grossolani dello spray marino indeboliscono le nubi convettive profonde e sopprimono i fulmini. Al contrario, è stato segnalato che gli aerosol continentali grossolani sotto forma di polvere del deserto aumentano i fulmini sulla terraferma, sebbene in misura minore rispetto agli aerosol fini. Il probabile meccanismo degli aerosol di sale marino grossolano è quello di aumentare la coalescenza delle gocce e sostituire le precipitazioni in fase mista con pioggia calda, "uccidendo" così l'elettrificazione delle nuvole.