L’uragano Ian “estremamente pericoloso”: 2 morti e blackout a Cuba, allarme in Florida | FOTO

Previsto un rafforzamento nelle prossime ore, prima di colpire la costa occidentale della Florida

  • Foto Ansa
  • uragano ian cuba
    Foto Yander Zamora / Ansa
  • uragano ian cuba
    Foto Yander Zamora / Ansa
  • uragano ian cuba
    Foto Yander Zamora / Ansa
  • uragano ian cuba
    Foto Yander Zamora / Ansa
  • uragano ian cuba
    Foto Yander Zamora / Ansa
/
MeteoWeb

Il passaggio dell’uragano Ian ha lasciato Cuba al buio, dopo che l’isola ha affrontato piogge torrenziali e venti a 200 km/h. L’uragano si è abbattuto duramente sulla provincia di Pinar del Rio, dove circa 50mila persone sono state evacuate. Colpita anche la capitale L’Avana.

Il bilancio provvisorio è di 2 morti: una donna ed un uomo sono deceduti per crolli nelle loro abitazioni.

Il presidente della repubblica Miguel Díaz-Canel si è recato nella provincia di Pinar del Rio, per incontrare le autorità locali e incoraggiare la popolazione che ha dovuto affrontare “una esperienza terribile“. Via Twitter il capo dello Stato ha ribadito che “il danno causato da Ian è enorme, e non è stato possibile ancora quantificarlo. Gli aiuti stanno già arrivando da tutto il Paese“. Díaz-Canel ha infine confermato che la provincia di Pinar del Río è il “territorio che più è stato devastato“, aggiungendo che, ugualmente, le province di “L’Avana, Artemisa e Mayabeque, e in misura minore l’Isola della Gioventù” presentano situazioni di emergenza.

Il National Hurricane Center statunitense (NHC) ha previsto un rafforzamento di Ian nelle prossime ore, prima di colpire la costa occidentale della Florida come un uragano “estremamente pericoloso“, potenzialmente di 4ª categoria sulla scala Saffir-Simpson di cinque livelli. L’uragano passerà a ovest delle Keys per poi toccare terra a Port Charlotte, a sud di Sarasota, sulla costa ovest della Florida.

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha dichiarato che Ian “potrebbe essere un uragano molto grave, con pericolo di vita e impatto devastante“. Il governatore Ron DeSantis ha dichiarato che 2,5 milioni di persone sono sottoposte a ordini di evacuazione. Il Pentagono ha reso noto che 3.200 guardie nazionali sono state dispiegate in Florida, e altre 1.800 arriveranno successivamente. “Il pericolo è reale“, ha insistito DeSantis ribadendo l’appello ai cittadini di seguire le indicazioni. Il capo per la gestione delle emergenze nello Stato, Kevin Guthrie, ha invitato tutti a “muoversi adesso“.

Le autorità di diverse città, tra cui Miami, Fort Lauderdale e Tampa, hanno distribuito sacchi di sabbia per aiutare i residenti a proteggere le loro case dalle inondazioni.

Biden ha approvato preventivamente gli aiuti di emergenza in Florida attraverso l’Agenzia federale per la gestione delle emergenze (FEMA), mentre persino la NASA, sulla costa orientale dello Stato, ha preso precauzioni, ritirando il suo enorme razzo Artemis nel suo deposito per proteggerlo.