Meteo e tecnologia: previsioni 240mila volte più veloci con l’intelligenza artificiale

I ricercatori sono riusciti a prevedere il comportamento di sistemi estremamente complessi come i fenomeni meteorologici

MeteoWeb

Secondo uno studio pubblicato su Chaos, condotto dall’Università Statale dell’Ohio, le previsioni meteo potrebbero diventare 240mila volte più veloci, e potrebbero essere realizzate con semplici pc anziché supercomputer, grazie all’intelligenza artificiale (AI): ciò grazie alla tecnica innovativa basata sulla combinazione di una metodologia di apprendimento automatico di nuova generazione e di un nuovo e più efficiente algoritmo.

Sistemi complessi e caotici come i fenomeni meteorologici sono molto difficili da prevedere, a causa della quantità di variabili coinvolte: per previsioni accurate, bisognerebbe non solo conoscere bene ognuna di queste variabili, ma anche le equazioni che descrivono come le variabili interagiscono tra loro, un’impresa impossibile.

Con il nuovo metodo, i ricercatori sono riusciti a prevedere il comportamento di sistemi estremamente complessi come i fenomeni meteorologici, utilizzando un computer “normale” al posto dei supercomputer e richiedendo molti meno dati per addestrare il sistema.

Con il nuovo algoritmo per l’apprendimento automatico, i ricercatori Wendson de Sa Barbosa e Daniel Gauthier sono riusciti a ridurre da 500mila a 400 i dati utilizzati per l’addestramento della AI, raggiungendo un’accuratezza uguale o migliore. Gli autori dello studio, inoltre, hanno potuto utilizzare un normale laptop con Windows 10 al posto di un supercomputer, ottenendo le previsioni in una frazione di secondo.

È molto eccitante, riteniamo che questo sia un progresso sostanziale in termini di efficienza dell’elaborazione dei dati e accuratezza delle previsioni nel campo dell’apprendimento automatico,” ha dichiarato de Sa Barbosa. “Imparare a prevedere questi sistemi estremamente caotici è una delle grandi sfide della fisica e comprenderli potrebbe aprire la strada a nuove scoperte“.