Uragano Fiona, danni e morti a Porto Rico e in Repubblica Dominica: 1 milione di persone senza corrente | FOTO

Oltre 1 milione di persone sono ancora senza elettricità a causa dell'uragano Fiona a Porto Rico, che ha provocato danni e vittime anche nella Repubblica Dominicana

  • Foto di Jorge Muniz / Ansa
    Foto di Jorge Muniz / Ansa
  • Foto di Jorge Muniz / Ansa
    Foto di Jorge Muniz / Ansa
  • Foto di Jorge Muniz / Ansa
    Foto di Jorge Muniz / Ansa
/
MeteoWeb

L’uragano Fiona ha scaricato ancora altra pioggia su Porto Rico oggi, il giorno dopo che la tempesta ha tolto l’elettricità e l’acqua alla maggior parte dell’isola e le truppe della Guardia Nazionale hanno salvato centinaia di persone che sono rimaste bloccate. Il governatore ha avvertito che potrebbero volerci giorni per riavere l’elettricità. 

L’impatto di Fiona è reso ancora più devastante dal fatto che Porto Rico deve ancora riprendersi dall’uragano Maria, che ha ucciso quasi 3.000 persone e distrutto la rete elettrica nel 2017. Cinque anni dopo, più di 3.000 case sull’isola sono ancora coperte da teloni blu. L’uragano ha spazzato via la pavimentazione dalle strade, divelto i tetti e ingrossato i torrenti che hanno allagato le case. Ha anche distrutto un ponte e allagato due aeroporti a Ponce e Mayaguez. Le autorità di Porto Rico hanno affermato che è troppo presto per conoscere l’entità totale dei danni. 

Le autorità hanno segnalato due vittime per l’uragano, tra cui un uomo travolto da un fiume nell’entroterra di Comerio. L’altro decesso è stato associato al blackout: un uomo di 70 anni è rimasto folgorato dopo aver tentato di riempire il suo generatore di benzina mentre era in funzione, hanno riferito le autorità. Dall’inizio della tempesta, le truppe della Guardia Nazionale hanno salvato più di 900 persone, ha detto il generale Jose Reyes in una conferenza stampa.  

Oltre 1 milione di persone sono ancora senza elettricità sull’isola. Secondo la compagnia elettrica nazionale, Luma, sono 100.000 i clienti ai quali finora è stato ripristinato il servizio ma ci vorranno giorni per tornare alla normalità. Va meglio alla rete telefonica dell’isola. Il governatore Pedro Pierluisi ha dichiarato che il 75% di quella mobile è operativa grazie ad un generatore che è stato prodotto dopo l’uragano Maria. 

In alcune aree di Porto Rico, sono caduti fino a 560mm di pioggia e i meteorologi hanno affermato che potrebbero cadere altri 100-200mm di pioggia mentre la tempesta si allontana. “È importante che le persone capiscano che non è finita”, ha affermato Ernesto Morales, meteorologo del servizio meteorologico di San Juan. Ha detto che le inondazioni hanno raggiunto “livelli storici” con le autorità che hanno evacuato o salvato centinaia di persone in tutta Porto Rico. ”I danni che stiamo vedendo sono catastrofici”, ha detto Pierluisi. Il servizio idrico è stato ridotto a oltre 837.000 clienti – due terzi del totale dell’isola – a causa dell’acqua torbida negli impianti di filtrazione o della mancanza di energia. Pierluisi ha stimato in “miliardi” di dollari il bilancio dei danni e ha avvertito la popolazione che le forti precipitazioni continueranno almeno fino a domani. 

Nel primo pomeriggio, Fiona si è spostata nell’Atlantico aperto, dove si prevede possa rafforzarsi, secondo il National Hurricane Center. Non si prevede che minacci gli Stati Uniti. Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato lo stato di emergenza mentre l’occhio del ciclone si avvicinava all’angolo sudoccidentale dell’isola. 

Nel frattempo, nella Repubblica Dominicana, le autorità hanno chiuso porti e spiagge e hanno detto alla maggior parte delle persone di rimanere a casa dal lavoro. Il governo ha segnalato un decesso per la caduta di alberi. Quasi 800 persone sono state evacuate in luoghi più sicuri e più di 700 si trovano nei rifugi, hanno detto le autorità. L’uragano ha bloccato diverse autostrade e un molo turistico nella città di Miches è stato gravemente danneggiato dalle onde alte. Almeno quattro aeroporti internazionali sono stati chiusi. Il Presidente dominicano, Luis Abinader, ha affermato che le autorità avranno bisogno di diversi giorni per valutare gli effetti della tempesta. 

Fiona in precedenza ha colpito i Caraibi orientali, uccidendo un uomo nel territorio francese della Guadalupa quando le inondazioni hanno spazzato via la sua casa, hanno riferito le autorità. L’uragano Fiona ha colpito Porto Rico nell’anniversario dell’uragano Hugo, che si è abbattuto sull’isola nel 1989 come tempesta di categoria 3.