Uragano Ian devastante sulla Florida: danni catastrofici e 2,5 milioni di persone senza elettricità | FOTO

Biden ha proclamato lo stato di disastro naturale in Florida dopo il passaggio dell'uragano Ian: distruzione enorme nello stato

  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
  • uragano ian florida
/
MeteoWeb

L’uragano Ian ha lasciato un percorso di distruzione in Florida, intrappolando le persone nelle case allagate, tagliando l’unico ponte verso un’isola barriera, distruggendo uno storico molo sul lungomare e provocando blackout per 2,5 milioni di persone. Ian ha scaricato piogge su un’area enorme. 

I venti di tempesta tropicale di Ian si estendevano verso l’esterno fino a 665km, interressando gran parte della Florida e della costa atlantica sudorientale. “Ci ha schiacciato“, ha detto lo sceriffo della contea di Lee Carmine Marceno a “Good Morning America” della ABC. Ha detto che strade e ponti sono rimasti impraticabili, bloccando migliaia di persone nella contea in cui Ian ha toccato terra appena a nord di Fort Myers.  

Possibili vittime 

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha detto in una conferenza stampa che lo stato sta indagando su due morti che potrebbero essere collegate all’uragano Ian. “Non sappiamo se siano collegati alla tempesta, ma la nostra ipotesi è che sia probabile“, ha spiegato. Quindi ha sottolineato che esiste il potenziale per grandi inondazioni “a centinaia di miglia” dal punto in cui l’uragano Ian ha toccato terra. Nei giorni scorsi, due persone sono morte a Cuba dopo l’impatto di Ian.  

Marceno ha detto che, sebbene non avesse alcun dettaglio, credeva che il bilancio delle vittime sarebbe stato di “centinaia“. Il governatore Ron DeSantis in seguito ha affermato che il bilancio non era stato confermato.  

Danni catastrofici 

La Guardia Costiera degli Stati Uniti ha anche iniziato i soccorsi sulle isole barriera della Florida sudoccidentale nella mattina di oggi, non appena i venti si sono calmati, ha detto DeSantis. “La Guardia Costiera aveva persone che erano nelle loro soffitte e sono state salvate dai tetti”, ha detto DeSantis. “Non abbiamo mai visto uno storm surge di questa portata… La quantità di acqua che è aumentata, e probabilmente continuerà a salire anche oggi mentre la tempesta sta passando, è fondamentalmente un evento di alluvione di 500 anni”. 

La città di Fort Myers è stata devastata dall’uragano Ian, ha detto DeSantis. E le foto della gallery scorrevole in alto non lasciano dubbi su questo. Un pezzo della Sanibel Causeway è caduto in mare, interrompendo l’accesso all’isola barriera dove vivono normalmente 6.300 persone. A sud di Sanibel, onde imponenti hanno distrutto lo storico molo sulla spiaggia di Naples, abbattendo anche i pali sottostanti.  

Le squadre di emergenza si sono fatte strade attraverso gli alberi abbattuti per raggiungere le case allagate, ma senza elettricità e praticamente senza servizio cellulare, è stato impossibile per molte persone chiedere aiuto quando l’acqua ha riempito le loro case.  

Nel frattempo, un tratto dello stato è rimasto sommerso da 3 metri d’acqua, con onde distruttive “in corso lungo la costa sudoccidentale della Florida da Englewood a Bonita Beach, incluso Charlotte Harbor“, ha affermato il National Hurricane Center (NHC). A Port Charlotte, il pronto soccorso di un ospedale si è allagato e forti venti hanno strappato via parte del tetto, facendo precipitare l’acqua nell’unità di terapia intensiva. I pazienti più malati – alcuni attaccati ai ventilatori – erano ammassati nei due piani centrali, ha affermato la Dott.ssa Birgit Bodine dell’HCA Florida Fawcett Hospital. 

Blackout 

Oltre 2,5 milioni edifici sono senza energia elettrica. Stando ai dati pubblicati dal sito “PowerOutage.us”, la contea più colpita è quella di Lee, in cui il 90% circa degli edifici non ha recuperato l’accesso all’elettricità. Una situazione analoga è stata registrata nella contea di Charlotte, con una percentuale pari al 92%. “Le contee di Lee e Charlotte sono state praticamente tagliate fuori dalla rete elettrica“, ha detto il governatore della Florida, Ron DeSantis, durante una conferenza stampa.  

Il landfall 

Ian è atterrato mercoledì 28 settembre vicino a Cayo Costa, un’isola barriera appena ad ovest di Fort Myers, come un uragano di categoria 4 con venti a 241km/h, eguagliando il quinto uragano più forte, misurato dalla velocità del vento, a colpire gli Stati Uniti. Il centro di Ian ha toccato terra oltre 160km a sud di Tampa e St. Petersburg, risparmiando loro il primo impatto diretto da un uragano maggiore dal 1921. L’acqua si è ritirata da Tampa Bay mentre l’uragano Ian si avvicinava, quindi è tornata con uno storm surge. 

Nonostante si sia indebolito fino a diventare una tempesta di categoria 1 durante la notte, il National Hurricane Center ha affermato che Ian sta ancora investendo alcune aree della penisola della Florida con forti venti, mareggiate e inondazioni “pericolose e catastrofiche”. 

Affonda barca di migranti 

Una barca, che trasportava migranti cubani, è affondata ieri a est di Key West. La guardia costiera degli Stati Uniti ha avviato una missione di ricerca e salvataggio per 23 persone ed è riuscita a trovare tre sopravvissuti circa 3km a sud delle Florida Keys, hanno detto le autorità. Altri quattro cubani hanno nuotato fino a Stock Island, appena a est di Key West. Squadre aeree hanno continuato a cercare gli altri migranti dispersi.  

Biden proclama lo stato di disastro naturale  

Joe Biden ha proclamato lo stato di disastro naturale in Florida dopo il passaggio dell’uragano Ian e ha stanziato fondi federali per aiutare le contee più colpite: Charlotte, Collier, DeSoto, Hardee, Hillsborough, Lee, Manatee, Pinellas e Sarasota. Lo riferisce la Casa Bianca in una nota. Gli aiuti includono sovvenzioni per alloggi temporanei e ristrutturazioni delle case domestiche, prestiti a basso costo per coprire proprietà non assicurate e altri programmi per aiutare gli imprenditori a riprendersi dagli effetti del disastro. 

Le valutazioni dei danni sono ancora in corso, e ulteriori fondi di assistenza potrebbero essere stanziati prossimamente“, fa sapere l’amministrazione Biden.