L’uragano Ian tocca terra in South Carolina: tutta la costa in allerta

Dopo aver colpito la Florida, l'uragano Ian è approdato ora in South Carolina: tutta la costa è in allerta

MeteoWeb

Come previsto l’uragano Ian ha toccato terra in South Carolina. E’ quanto riferiscono i media americani. Tutta la costa dello Stato è in stato d’allerta, secondo le previsioni una volta toccato terra l’uragano dovrebbe indebolirsi e tornare tempesta tropicale. Ian è il primo uragano a colpire direttamente il South Carolina dopo Matthew, che vi si era abbattuto nel 2016.

Ian ha toccato terra nei pressi di Georgetown, accompagnato da venti fino a 140km/h. Lo ha comunicato il Centro Nazionale per gli Uragani statunitense. I venti si estendono fino a 112 km dall’occhio del ciclone. Inoltre, venti attribuibili ad una tempesta tropicale in termini di intensità possono raggiungere fino a circa 442km dal centro dell’uragano. Al momento Ian è classificato come uragano di categoria 1, ma gli esperti ritengono che dopo l’impatto con la Carolina del Sud dovrebbe perdere intensità e diventare un ciclone post-tropicale.

Dopo l’uragano Ian ci vorranno mesi per ricostruire Washington

Serviranno mesi, o addirittura anni per riparare la devastazione provocata dall’uragano Ian, che ha colpito la Florida nei giorni scorsi, causando la morte di almeno 21 persone. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, parlando alla Casa Bianca. “Ho ribadito la necessità di fare tutto il necessario per aiutare i sopravvissuti: ogni singola vita è importante“, ha detto, aggiungendo che la crisi provocata dall’uragano “non riguarda solo la Florida, ma tutto il Paese“.

Biden ha riferito di aver parlato più volte con il governatore Ron DeSantis, anche questa mattina, e con il governatore della Carolina del Sud, Henry McMaster. “I cittadini della Florida devono sapere che siamo consapevoli di quello che stanno vivendo, e che faremo tutto il necessario per aiutarli e garantire una ricostruzione più rapida possibile: non avremo pace finche’ la situazione non sarà risolta”, ha concluso.