Spazio: la Cina testa con successo il nuovo motore per il razzo Long March 9

La Cina ha completato con successo tre test a terra e 12 test di accensione del nuovo motore a idrogeno-ossigeno per il razzo Long March 9

MeteoWeb

La Cina ha compiuto un altro passo in avanti verso la sua ambizione di realizzare una missione lunare con equipaggio dopo aver testato con successo un nuovo motore per il suo razzo super pesante. Difficoltà tecniche sono state superate nel primo prototipo del motore del razzo YF-79, che sarà utilizzato per missioni lunari con equipaggio e voli interplanetari, secondo il suo sviluppatore, il Beijing Astronautics Experiment Institute of Technology (BAEIT).  

Il 30 settembre, sono stati completati con successo tre test a terra del nuovo motore a idrogeno-ossigeno, ha affermato BAEIT, un’unità della China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC) di proprietà statale, l’appaltatore principale del programma spaziale del Paese. BAEIT ha affermato di aver condotto 12 test di accensione in una settimana sul nuovo motore, oltre a un motore idrogeno-ossigeno a grande spinta e un motore di controllo orbitale, senza fornire ulteriori dettagli. 

L’YF-79 da 25 tonnellate è in fase di sviluppo per il Long March 9, un razzo super pesante progettato per missioni spaziali, come un atterraggio lunare con equipaggio e l’esplorazione su Marte. I suoi sviluppatori mirano a rendere l’YF-79 il motore di razzo più potente del suo tipo, capace di accensioni multiple e di alimentare una sonda di atterraggio nella sua fase finale. 

L’anno scorso il CASC ha completato i passaggi chiave nello sviluppo di un motore di secondo stadio per il Long March 9: l’YF-90, un motore a idrogeno-ossigeno con ciclo di combustione supplementare da 220 tonnellate. 

Liu Bing, un designer del CASC, ha dichiarato durante lo Zhuhai Air Show lo scorso anno che il Long March 9 era stato progettato con una capacità di trasportare da 15 a 50 tonnellate di carico utile sulla Luna, o da 12 a 44 tonnellate su Marte. La sua capacità nell’orbita terrestre inferiore è compresa tra 50 e 140 tonnellate, paragonabile alle 150 tonnellate dello SpaceX Falcon Heavy statunitense e quasi sei volte quella del razzo Long March 5, attualmente il più potente della Cina, con 25 tonnellate. 

Dopo che il suo lander spaziale Chang’e 5 ha raccolto campioni dalla superficie lunare nel 2020 durante una missione senza equipaggio, la Cina prevede di inviare astronauti sulla Luna entro il decennio e costruire una stazione lunare permanente entro il 2035.