Turista cade dalla scogliera: intervento di Soccorso Alpino-Aeronautica Militare a Castellammare del Golfo | FOTO

Il Soccorso Alpino ha attivato l'Aeronautica Militare per soccorrere una turista scivolata lungo un sentiero, finendo per sbattere sugli scogli, a Castellammare del Golfo

  • soccorso alpino
  • soccorso alpino
  • soccorso alpino
/
MeteoWeb

Intervento del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano e dell’82° Csar dell’Aeronautica Militare per una turista statunitense ferita gravemente a Cala dei Sogni, in territorio di Castellammare del Golfo (Trapani). L’incidente si è verificato intorno alle 12 quando B.A.K., 59 anni, californiana, è scivolata lungo il ripido sentiero che porta al mare sbattendo sugli scogli sottostanti e riportando diverse contusioni e una ferita lacero-contusa alla testa. Quando i suoi compagni si sono resi conto che non poteva più muoversi hanno lanciato l’allarme al Numero Unico di Emergenza 112. 

La centrale del 118 ha chiesto l’intervento del Soccorso Alpino che, per ridurre al minimo i rischi trattandosi di una zona impervia difficilmente raggiungibile da terra, ha attivato l’Aeronautica Militare.  

Dall’aeroporto di Trapani Birgi è decollato un elicottero HH 139B dell’82° centro Csar che ha imbarcato due tecnici del SASS per trasportarli pochi minuti dopo sul luogo dell’incidente. Qui hanno raggiunto la donna insieme ad un tecnico dell’Aeronautica Militare, l’hanno imbarellata spostandola a braccia nella vicina spiaggetta per evitare che in fase di imbarco col verricello potesse sbattere contro la parete rocciosa. La donna è stata quindi issata a bordo con il verricello per poi essere sbarcata al campo sportivo di Castellammare del Golfo dove ad attenderla c’era un’ambulanza del 118 che l’ha trasferita all’ospedale di Alcamo. 

Nella vicina Fossa dello Stinco lo scorso 1 agosto il Soccorso Alpino e l’Aeronautica Militare avevano portato a termine un intervento simile per soccorrere una turista ungherese di 20 anni che si era ferita gravemente rotolando sul sentiero che porta a mare e sbattendo la schiena sugli scogli.  

In caso di incidenti su pareti di roccia, sentieri, ambienti innevati, in grotta e gole fluviali o in caso di dispersi in ambiente impervio e ostile, è allertabile mediante il Numero Unico di Emergenza (NUE) 112, sempre chiedendo esplicitamente l’intervento del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico #CNSAS. Il #NUE112 trasferirà la chiamata di soccorso alla Centrale Operativa 118, la quale provvederà ad allertare il SASS.