Scoperto il fossile di una delle più grandi tartarughe marine di sempre

Scoperto in Spagna il fossile della più grande tartaruga marina mai trovata in Europa fino ad oggi: potrebbe essere stata una delle più grandi tartarughe marine mai vissute

MeteoWeb

Le più grandi tartarughe marine conosciute, come l’antico genere estinto Archelon, che cresceva fino a raggiungere dimensioni di 4,6 metri di lunghezza e pesava fino a 3,2 tonnellate, vivevano nei mari che circondano il continente nordamericano verso la fine del periodo Cretaceo. Al contrario, nessuna tartaruga marina europea conosciuta – estinta o vivente – ha superato 1,5 metri di lunghezza del guscio. 

Ma ora un nuovo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports cambia tutto: una nuova specie di antica tartaruga scoperta in Spagna potrebbe essere stata una delle più grandi tartarughe marine mai vissute. Con una lunghezza del corpo stimata fino a 3,74 metri, rappresenta la più grande tartaruga marina mai trovata in Europa fino ad oggi. 

Àngel H. Luján, Albert Sellés e colleghi descrivono i resti di un nuovo esemplare di tartaruga marina – che chiamano Leviathanochelys aenigmatica – trovato nella località di Cal Torrades, nel nord-est della Spagna, che sembrava grande quasi quanto Archelon. I resti, scavati tra il 2016 e il 2021, consistono in un bacino frammentato ma quasi completo e parti del guscio superiore (carapace) e risalgono al Campaniano, tra 83,6 e 72,1 milioni di anni fa. L’esemplare possiede una caratteristica prominenza ossea che sporge in avanti dalla parte anteriore del bacino. Questa caratteristica differisce da altre tartarughe marine e indica che Leviathanochelys rappresenta un nuovo taxon (gruppo) di antiche tartarughe marine. Questa protrusione potrebbe essere correlata al sistema respiratorio, suggeriscono gli autori. 

Sulla base delle dimensioni del bacino, gli autori calcolano che Leviathanochelys avrebbe potuto raggiungere una lunghezza del corpo fino a 3,74 metri. Stimano che la larghezza massima del bacino di Leviathanochelys fosse di 88,9 centimetri, che è leggermente più grande delle stime più grandi per l’esemplare più noto di Archelon (81cm di larghezza). La lunghezza del bacino dalla parte anteriore a quella posteriore è stata stimata in 39,5cm, leggermente inferiore a quella di Archelon (46 cm di lunghezza). Ciò rende Leviathanochelys la più grande tartaruga marina mai scoperta in Europa e una delle più grandi scoperte al mondo. Questi risultati indicano che il gigantismo nelle tartarughe marine si è sviluppato indipendentemente in diversi lignaggi sia nel Nord America che in Europa, secondo gli autori.

scavi fossile tartaruga marina Leviathanochelys aenigmatica spagna
Credit: Àngel Galobart
scavi fossile tartaruga marina Leviathanochelys aenigmatica spagna
Credit: Àngel Galobart