Maltempo, doppia tragedia in Campania: 2 morti tra Vico Equense e la Costiera Amalfitana

Un 34enne ha perso la vita a Vico Equense, una donna è stata inghiottita dal mare in Costiera Amalfitana

MeteoWeb

Tragedie causate dal maltempo in Campania. A Vico Equense, nel Napoletano: il corpo di un uomo è stato trovato senza vita a Marina di Seiano. Il 34enne sarebbe morto per arresto cardiaco perché folgorato. La salma è stata sequestrata dalla procura di Napoli in attesa dell’autopsia.

Due le ipotesi al momento al vaglio degli inquirenti per spiegare le cause del suo decesso. La prima, più probabile, è che l’uomo sia stato colpito da un fulmine mentre stava passeggiando vicino al mare durante il temporale (l’ombrello o qualche palo della luce potrebbero aver attratto il fulmine). La seconda ipotesi sarebbe legata al malfunzionamento di una cabina elettrica che si trova non lontano dal luogo del ritrovamento del corpo, presumibilmente danneggiata dal maltempo, dalla quale potrebbe essere partita una scarica.

Sempre in Campania, una donna è morta nel mare della Costiera Amalfitana, inghiottita da un’onda anomala. La vittima, insieme al marito, stava fotografando la mareggiata sugli scogli del fiordo di Furore, spingendosi oltre, verso la spiaggetta. I due, turisti stranieri di mezza età (tra i 45 e i 50 anni) sono stati trascinati in mare. Salvo il marito. Il corpo della donna è stato recuperato a galla a pochi metri dalla costa, dagli uomini della Guardia Costiera di Amalfi, coordinati dal comandante Oronzo Montagna, col supporto di un’imbarcazione del gruppo battellieri di Amalfi. Sotto shock il marito, che è riuscito a salvarsi grazie alla cima lanciata da un residente della zona, allertato dalle urla dei due. La donna non è riuscita ad afferrare la seconda cima.

Luigi Perrelli, un cittadino di Furore che è stato il primo a soccorrere la coppia e a mettere in salvo il marito, ha spiegato alla Dire quello che è avvenuto. “Ero in spiaggia, come ogni mattina, insieme al mio cane – ha raccontato -. Lì ho incontrato la coppia, i due mi hanno chiesto di scattargli delle foto. Poi ho visto che si allontanavano“. I due hanno quindi imboccato il sentiero, decidendo di fermarsi in un punto privo di protezione laterale, ma sono stati raggiunti da onde molto forti. Una, in particolare, che li ha trascinati in mare. “Mi sono recato subito lì – ha detto Luigi – e ho cercato di soccorrerli. Ho preso una corda e l’uomo è riuscito ad afferrarla. È stata dura, dopo parecchi minuti sono riuscito a tirarlo su con molta fatica. Il corpo di sua moglie, purtroppo, era già lontano, trasportato via dalla corrente. Mi sarei tuffato in mare per salvarla, ma non ce l’avrei mai fatta“.  

La donna, a quanto si apprende, presentava una ferita alla testa, probabilmente causata da un forte urto sugli scogli.  

Per seguire la situazione meteo in tempo reale consigliamo come sempre le pagine del nowcasting da cui è possibile seguire l’evoluzione meteorologica minuto per minuto su tutto il territorio nazionale e continentale: