Al Milan Games Week il meteorite marziano precipitato nel Sahara 60 mila anni fa

Al Milan Games Week un'ampia attenzione al mondo della scienza con la la nuova Escape Room digitale M4RT3! e un meteorite marziano

MeteoWeb

Sarà esposta al Milan Games Week, il più importante evento italiano dedicato a videogiochi, digital entertainment e fumetti, il meteorite marziano messa a disposizione dal Museo di Scienze Planetarie di Prato. Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci le ha costruito intorno un’atmosfera da dark room per l’allestimento che dal 25 al 27 novembre farà parte degli eventi che lanceranno la nuova Escape Room digitale M4RT3!

Dedicata a Marte e all’astronomia e realizzata in collaborazione con Inaf-Osservatorio Astronomico di Brera e con il visual design e development curati da Marimento, M4RT3! è un percorso narrativo tra scienza e fantascienza, sulle tracce del celebre astronomo Giovanni Virginio Schiaparelli, per scoprire i misteri del Pianeta Rosso.

M4RT3!

Si tratta di una escape room online narrativa e investigativa, al confine tra fiction, realtà storica e attualità, in cui il giocatore potrà scoprire la vera storia di Schiaparelli, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Brera a Milano, quando, nella notte del 23 agosto 1877, puntando verso Marte il telescopio con cui stava osservando il cielo, scoprì continenti, mari, isole, canali, calotte polari e arrivò a fantasticare dell’esistenza di esseri intelligenti, i marziani. ”Il frammento che sarà in esposizione a Milano è arrivato sul nostro pianeta circa 60mila anni fa ed è stato trovato nel 1999 dal collezionista italiano Giorgio Tomelleri nella zona del Sahara libico denominato Dar al Gani – spiega il direttore del Museo di Prato Marco MorelliFa parte della nostra preziosa collezione di meteoriti e sarà il testimone del pianeta rosso nella cornice di un evento che intreccia comunicazione della scienza e fantasia”.

M4RT3! è un gioco collaborativo in cui l’obiettivo è sciogliere un mistero che sembrerebbe minacciare la Terra, risolvendo enigmi basati su documenti di archivio e informazioni reali, analizzando contenuti reali della missione Mars 2020 sul sito della Nasa e immagini provenienti direttamente dall’Agenzia Spaziale Europea, esplorando luoghi virtuali misteriosi, facendo ricerca sul web e svolgendo indagini guidati da spirito di osservazione e deduzione logica. Il gioco dura 90 minuti, costa 10 euro ed è acquistabile in prevendita su www.museoscienza.vivaticket.com.