Eccezionale scoperta archeologica: teschio trapanato, segna un punto di svolta

Un teschio trapanato di 3200 anni fa è stato scoperto nella provincia di Van, nella Turchia orientale: rappresenta un momento cruciale per la medicina antica

MeteoWeb

Un teschio ritrovato di recente in Turchia ha sorpreso gli archeologi e portato a nuove scoperte ed evidenze storiche. Nell’era preistorica, l’Anatolia costituiva un’area di transizione per il primo insediamento umano del periodo neolitico. Gli individui preistorici hanno lasciato in questa terra tracce dei loto rituali e dei loro modi di vivere quotidiani.

Archeologia, antropologia e scienza medica stanno cercando di saperne di più, grazie a queste tracce, di come vivevano quelle comunità. Il teschio rappresenta un esempio unico che può essere indicato come l’inizio della storia della neurochirurgia.

Sono gli uomini del Paleolitico ad avere eseguito la prima trapanazione (chirurgia cerebrale) in un cranio scoperto in Israele. Ma quello appena rinvenuto è il più antico cranio trapanato. Apparteneva a un essere umano neolitico.

Teschio trapanato in vita

I ricercatoti hanno scoperto la prima trapanazione nell’essere umano vivente ad Aşıklı Höyük. Dopo questa, un’altra straordinaria scoperta di trapanazione in Anatolia è stata compiuta durante gli scavi in corso a Van. Gli archeologi hanno trovato il reperto durante gli scavi nella necropoli della prima età del ferro, nella frazione İçimli del villaggio di Uzuntekne, nel distretto Çatak di Van.

Il Dipartimento Scavi e Ricerche della Direzione Generale Beni Culturali e Musei del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo ha condiviso l’emozionante ritrovamento sui propri account social.


Il ritrovamento è stato dunque effettuato durante gli scavi di salvataggio della necropoli della prima età del ferro. Gli scavi in questione, iniziati nel 2016 sotto la presidenza del Van Museum, sno condotti sotto la consulenza scientifica del Dr. Gulan Ayaz del Dipartimento di Archeologia di Van Yüzüncü Yıl Università. “Uno straordinario esempio di trapanazione risalente a 3200 anni fa è emerso dai nostri scavi, effettuati dai membri della facoltà YYU sotto la presidenza del Van Museum”, hanno annunciato.

Chirurgia ‘curativa’

La trapanazione esiste da migliaia di anni. E’ una delle più antiche procedure mediche conosciute dalla razza umana. Anticamente, si pensava che fosse un rimedio per diverse condizioni, comprese le ferite alla testa. I ricercatori pensano che potrebbe anche essere stata usata per trattare il dolore. Alcuni scienziati, inoltre, pensano che la tecnica fosse usata nei rituali per espellere gli spiriti dal corpo.