Archeologia: scoperte le punte di freccia più antiche d’America

Secondo la datazione al radiocarbonio, le punte di freccia ritrovate in Amerinca sarebbero state costruite circa 15.700 anni fa

MeteoWeb

Tredici punte di freccia sono state rinvenute in Idaho. Gli oggetti sono 2.300 anni più antichi dei reperti precedenti trovati nello stesso sito. A descriverle sulla rivista Science Advance gli scienziati della Oregon State University, che hanno individuato i frammenti nel sito di Cooper’s Ferry lungo il fiume Salmon nell’attuale Idaho. Il team, guidato da Loren Davis, ha utilizzato la datazione al radiocarbonio per stabilire l’età delle punte di freccia, che sarebbero state costruite circa 15.700 anni fa. Migliaia di anni più remote nel tempo di qualunque altro reperto simile trovato nelle Americhe, questi frammenti potrebbero contribuire a ricostruire l’evoluzione della costruzione e dell’utilizzo di armi di pietra.

Le 13 punte di freccia trovate dai ricercatori, affilate come rasoi, misurano da 1,2 a 5,0 centimetri e sono tremila anni più antiche delle punte scanalate di Clovis trovate in tutto il Nord America. “Da un punto di vista scientifico – afferma Davis – queste scoperte aggiungono dettagli molto importanti su come appare la documentazione archeologica dei primi popoli delle Americhe. Ora abbiamo l’evidenza della presenza umana in questa regione gia’ oltre 16mila anni fa“.

Le punte di freccia e l’antica tecnologia

Allo stesso tempo, precisano gli esperti, questi ritrovamenti forniscono nuove intuizioni sul modo in cui gli antichi popoli americani utilizzassero la tecnologia decine di migliaia di anni fa. “I primi popoli del Nord America – sostiene Davis – possedevano conoscenze culturali necessarie per prosperare nel tempo. Parte di queste tradizioni si ricostruisce attraverso il modo in cui le persone costruivano strumenti di pietra, come queste punte di frecce“. Confrontando i reperti con manufatti simili di epoche vicine, è possibile dedurre le estensioni spaziali delle reti sociali. Gli esperti ipotizzano che le punte fossero legate a dardi, e che avessero lo scopo di uccidere selvaggina di grandi dimensioni. “Sicuramente letali, questi oggetti antichi forniscono preziosi dettagli sulla vita dei primi abitanti della regione” conclude Davis.