Spazio, Aschbacher (ESA): “un accesso migliore è un’opportunità per l’Europa”

"Se non si può garantire l'accesso allo Spazio, possiamo avere problemi seri sul lancio delle infrastrutture"

MeteoWeb

L’Europa si trova in una situazione molto critica e questo è un aspetto, a mio avviso, molto serio, perché un accesso ancora migliore allo Spazio è un’opportunità per l’Europa, per l’ESA e per tutti noi, perché se non si può garantire l’accesso allo Spazio, possiamo avere problemi seri sul lancio delle infrastrutture“: è quanto ha affermato il direttore dell’Agenzia Spaziale Europea, Josef Aschbacher, nel corso della 15ª conferenza europea sullo Spazio in corso a Bruxelles, sottolineando che i ritardi nel settore dei lanci sono dovuti anche all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. “Quindi la mia priorità e quella dei miei partner dell’industria e gli altri Stati membri e partner coinvolti nel settore dei lanci è quella di assicurarci di garantire un accesso migliore allo Spazio“.

Gli fa eco l’astronauta italiana dell’ESA Samantha Cristoforetti: “A quanto vedo non c’è ancora nel pubblico europeo la consapevolezza del fatto che siamo al bivio, che dobbiamo decidere se in 10-15 anni le future generazioni di astronauti europei avranno l’abilità di andare nello Spazio sui veicoli europei in modo autonomo. Questo non significa che non vogliamo cooperare a livello internazionale. Non è proprio questo il caso, soprattutto l’esplorazione umana dello Spazio continuerà ad essere un’impresa internazionale. Vuol dire che vogliamo cooperare a un livello uguale. Questo è il tema,” ha dichiarato AstroSamantha durante la Conferenza.