Bufere di neve e gelicidio, così l’A2 Salerno-Reggio Calabria ha superato l’emergenza senza criticità

Anas in Calabria è dotata di un servizio meteo dedicato all'autostrada A2: ecco come ha affrontato l'ultima ondata di neve e gelo

MeteoWeb

Per fronteggiare l’ondata di gelo e neve, Anas ha predisposto numerosi servizi mirati per prevenire l’incidentalità e preservare la sicurezza degli utenti delle arterie stradali più frequentate, individuando le misure da attuare in caso di neve o ghiaccio. È stato attivato un coordinamento con le Forze e gli Enti interessati al fine di uniformare la gestione delle informazioni ed attuare, il più rapidamente possibile, gli interventi necessari“. Così all’AdnKronos l’Ing. Massimiliano Campanella, Responsabile Area Gestione Rete A2 Autostrada del Mediterraneo, sull’emergenza neve in Calabria.  

Anas in Calabria – osserva – è dotata di un servizio meteo dedicato all’autostrada A2; grazie ai modelli previsionali, già dal 17 gennaio scorso sono state preallertate le funzioni operative che concorrono alla gestione dell’evento meteo atteso, mediante il Piano Neve approvato nelle competenti prefetture. Il Piano Neve è stato attuato mediante turnazioni del personale, contatti continui con i due Coa della Polizia Stradale di Lamezia Terme e Sala Consilina, utilizzo dei soccorsi meccanici per ‘mezzi pesanti’ e leggeri, assistenza agli autoveicoli in difficoltà”. “Inoltre – sottolinea l’Ing. Campanella – sono stati attivati contatti preliminari con la Confapi (in rappresentanza degli associati autotrasporto pesante), che nell’approssimarsi dell’evento, all’ultima conferma del servizio meteo dedicato, ha diramato ai propri associati un avviso sulle condizioni meteo e sulla possibilità di attivazione della codifica da piano, che al codice giallo prevede l’attivazione dei presidi interforze per selezione mezzi dotati di dotazioni invernali ed eventuali attivazione dei percorsi alternativi o delle aree di stoccaggio per i mezzi pesanti”.  

Lungo la A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ – prosegue il responsabile Anas – sono impegnati 60 mezzi e 200 operatori (compresi tecnici e addetti alla sala operativa di Cosenza in turnazione  H24). Lungo le strade statali e di rientro sono impegnati 37 mezzi e 104 operatori”.  

Nei giorni scorsi in Calabria il maltempo ha imperversato. “L’evento più critico – evidenzia l’Ing. Campanella – si è manifestato nei giorni scorsi sul tratto autostradale Morano-Mormanno (quota 1.050 metri s.l.m.) e su Lauria, ma le precipitazioni nevose hanno comunque interessato anche il Padula-Frascineto, con condizioni meteo particolari caratterizzate anche dal cosiddetto ‘freezing rain’ – pioggia ghiacciata – su tratti saltuari, perfino a Montalto e verso S. Onofrio a sud con precipitazioni prolungate, con picchi di accumulo a terra di oltre 20cm in 90 minuti. Durante tutto l’evento è stato sempre garantito il transito in sicurezza ai veicoli leggeri, soccorrendo alcuni automobilisti in transito senza dotazioni invernali. Nessuno stallo si è pertanto verificato nella gestione del traffico leggero”. 

In ogni caso, prosegue, “al manifestarsi delle prime nevicate con deposito e accumuli moderati, la macchina operativa di Anas si attiva nell’immediato. Se viene decretato il codice ‘giallo’, di concerto con la Polizia Stradale, vengono attivati presidi di tutte le forze dell’ordine su tutti gli svincoli a protezione dell’area neve. In sostanza Anas adotta un piano neve consolidato e condiviso ed approvato dalle prefetture nonché disciplinato per l’intervento interforze agli svincoli da apposita ordinanza questorile. Pertanto, ogni fase del piano condiziona la riuscita di un’azione coordinata, molto è infatti affidato ai filtraggi, poiché interdire a mezzi sprovvisti di dotazioni invernali ed ai mezzi pesanti l’accesso in condizioni meteo severe consente ad Anas di attuare le fasi antighiaccio e spazzaneve. Il risultato è dunque frutto di azione corale”. La situazione, dunque, è da considerare sotto controllo in previsione dei prossimi eventi meteorologici. “Sì – conclude il responsabile Anas -, grazie alla sinergia e collaborazione con Enti e Forze dell’ordine sul territorio e con una coordinata comunicazione interna, Anas si pone l’obiettivo di garantire sicurezza e fluidità del traffico nell’ottica del perseguire il miglioramento continuo e le attività condotte sono frutto di attenta preparazione predisposizione e pianificazione”.