Valanga sul Monte Elmo: morta la persona recuperata sotto due metri di neve

Intervento del Soccorso Alpino di Sesto per una valanga che ha travolto una persona sul Monte Elmo: morto il 60enne Hans Happacher

MeteoWeb

È in corso l’intervento del Soccorso Alpino di Sesto per una valanga che si è staccata nel pomeriggio sul Monte Elmo. Secondo le prime informazioni, i soccorritori hanno localizzato e liberato una persona, avviando immediatamente le procedure di rianimazione. Si tratta di un uomo di circa 60 anni: per il momento non si hanno notizie sulle sue condizioni.

La valanga si è staccata nei pressi della ‘casermetta’ di Monte Elmo a circa 2.200 metri di quota. L’allarme è scattato verso le ore 16. Sul posto sono intervenuti gli uomini del CNSAS, dell’Alpenverein e della Guardia di Finanza. I soccorritori sono stati portati in quota con gli elicotteri Aiut Alpin e Pelikan 2. Da Bolzano è decollato anche quello della Guardia di Finanza con l’unità cinofila.  

Nel pomeriggio sul versante austriaco dello stesso gruppo di montagne, sopra l’abitato Kartitsch, un’altra valanga ha interessato un gruppo di persone. Almeno una persona è stata travolta e trovata solo dopo lunghe ricerche. L’intervento è ancora in corso.

AGGIORNAMENTO 

Purtroppo, l’uomo sepolto dalla valanga non ce l’ha fatta. Era Hans Happacher, il proprietario del Caravan Park di Sesto in Val Pusteria. L’uomo di 62 anni di Sesto con gli sci da fuoripista è salito per un pendio accanto al comprensorio sciistico di Monte Elmo, solitamente molto frequentato da scialpinisti. A causa delle alte temperature e del manto nevoso instabile, si è staccata una slavina di grandi dimensioni che lo ha travolto. L’uomo era ben equipaggiato ed aveva con sè l’Arva, grazie al quale è stato immediatamente localizzato. Alcuni uomini del Soccorso Alpino che erano in zona hanno, infatti, osservato la valanga e si sono subito recati sul posto. 

L’uomo è stato sepolto da due metri di neve. Ci sono voluti 20 minuti circa prima di poter iniziare i tentativi di rianimazione che il medico d’urgenza ha portato avanti per un’ora intera, ma per l’uomo c’è stato più nulla da fare. Sul posto oltre agli uomini del CNSAS e dell’Alpenverein di Sesto, San Candido e dell’Alta Val Pusteria, è intervenuto anche il soccorso piste dei Carabinieri e della Croce bianca.