Vegas Loop, viaggio nel sistema di tunnel sotterranei costruito da Elon Musk a Las Vegas | FOTO e VIDEO

Ecco com'è fare un viaggio nel Vegas Loop, il sistema di tunnel sotterranei costruito da Elon Musk a Las Vegas con l'obiettivo di ridurre il traffico

VIDEO
In viaggio nel Vegas Loop, il sistema di tunnel sotto Las Vegas
MeteoWeb

Nel 2016, Elon Musk ha fondato The Boring Company con l’obiettivo di costruire tunnel sotterranei per porre fine agli ingorghi nelle grandi città, come Los Angeles. Sei anni dopo, gli unici tunnel aperti al pubblico sono lunghi solo circa 2,7km, sotto il Las Vegas Convention Center. Il sistema, chiamato LVCC Loop (o Vegas Loop), è operativo solo quando si svolgono massicce convention nello stato del Nevada. In totale, il sistema dispone di tre stazioni: due in superficie e una sotterranea. Sebbene al momento i viaggi siano gratuiti, diversi dipendenti non escludono che, in futuro, l’utilizzo del tunnel avrà un costo.  

Alla LVCC West Station, la musica suona in sottofondo. Diversi lavoratori che indossano giubbotti gialli fluorescenti danno indicazioni ai partecipanti a una conferenza di elettronica. Dicono ai partecipanti dove possono mettersi in fila per aspettare un’auto. Se qualcuno viaggia da solo, è possibile che altri passeggeri possano accompagnarlo sul sedile posteriore. A distanza di pochi secondi, nuovi veicoli si fermano alla stazione: escono da un tunnel, le auto sono tutte Tesla bianche, nere e grigie. La maggior parte dei conducenti indossa auricolari, alcuni indossano anche cappellini con la scritta “Vegas Loop”. Salutano gentilmente i passeggeri e confermano la loro destinazione. 

Nel 2018, Musk ha predetto che, nel prossimo futuro, le auto circoleranno attraverso il tunnel a una velocità di 240km/h. Al momento, però, la velocità massima è intorno ai 50km/h. Strisce di luci che cambiano colore rivestono le pareti, aggiungendo un tocco futuristico all’esperienza. Questi tunnel, costruiti in circa un anno con macchine perforatrici, sono costati circa 47 milioni di dollari, secondo The Boring Company. In caso di emergenza, qualsiasi auto può essere rimossa in cinque minuti. Durante la guida, gli autisti controllano un grande schermo sul cruscotto. Le immagini catturate dalle telecamere – che sono ovunque – indicano cosa sta succedendo fuori, a che velocità sta andando l’auto, se la visibilità è ridotta e anche se i passeggeri stanno allacciando le cinture di sicurezza. 

Resta da vedere se Musk riuscirà a costruire questi tunnel in altre città. Finora, secondo vari resoconti dei media, i progetti proposti a Los Angeles, Chicago e Baltimora sono stati abbandonati. E il sistema LVCC di Las Vegas è ancora molto diverso da come Musk lo immaginava originariamente. Nel 2018, il CEO di Tesla ha affermato che le auto sarebbero state dotate di ruote speciali che sarebbero state adattate ai binari del tunnel, ma anche quell’idea sembra essere stata scartata. Inoltre, quando Musk ha presentato un prototipo di questi tunnel a Los Angeles, ha assicurato al pubblico che solo veicoli elettrici a guida autonoma li avrebbero utilizzati. Ma a Las Vegas, ogni Tesla ha un autista.   

Il LVCC Loop è stato aperto nel 2021. Secondo The Boring Company, è stato operativo ogni volta che si è tenuta una grande convention. Al SEMA 2021, un salone automobilistico, il sistema ha trasportato “tra 24.000 e 26.000 passeggeri al giorno”. L’anno scorso, al CES – una delle più grandi convention di elettronica al mondo – è stato utilizzato da “14.000-17.000 persone al giorno, con un tempo di percorrenza medio inferiore a due minuti e un tempo di attesa inferiore a 15 secondi”. Nel 2021, Steve Hill, Presidente della Las Vegas Convention and Visitors Authority (LVCVA), ha twittato che il sistema potrebbe trasportare circa 4.400 passeggeri all’ora. 

Foto
  • LVCC Loop
  • LVCC Loop
  • LVCC Loop
  • LVCC Loop
  • LVCC Loop
  • LVCC Loop
/