Le proprietà nutrizionali e i benefici delle more di gelso con tanti consigli per l’uso

Alla scoperta delle proprietà nutrizionali e dei benefici, tanti consigli utili
MeteoWeb

Le more di gelso sono piccoli frutti succosi e nutrienti dal colore scuro, noti per i loro numerosi benefici per la salute. Sono ricche di antiossidanti, come le antocianine, che aiutano a contrastare lo stress ossidativo nel corpo, riducendo il rischio di malattie croniche. Sono anche fonti di vitamine essenziali, tra cui la vitamina C, che supporta il sistema immunitario e la pelle sana, e la vitamina K, importante per la coagulazione del sangue e la salute ossea. Contengono fibre che favoriscono la digestione, regolano i livelli di zuccheri nel sangue e contribuiscono alla sazietà. I composti fitochimici presenti nelle more di gelso possono avere proprietà antinfiammatorie e cardioprotettive, supportando la salute cardiovascolare. Inoltre, il consumo regolare può contribuire al miglioramento della memoria e della funzione cognitiva grazie ai loro potenziali effetti positivi sul cervello.

Scopriamo quindi, in dettaglio, quali sono benefici, proprietà, ed eventuali controindicazioni di questo alimento, tante curiosità e info utili.

Cosa sono le more di gelso

Le more di gelso sono frutti prodotti dalla pianta di gelso. Questa pianta è originaria dell’Asia, ma è stata coltivata in molte parti del mondo per i suoi frutti commestibili e per l’allevamento del baco da seta, che si nutre delle foglie di gelso.

more gelso

Il gelso è un albero deciduo che può raggiungere un’altezza di circa 10-15 metri. Ha foglie di forma varia, generalmente dentate, di colore verde scuro. I frutti, noti come more di gelso, sono piccoli e tondeggianti, di solito di colore viola scuro o nero, ma a volte anche rossi o bianchi. Le more di gelso sono raccolte quando sono mature e morbide al tatto. Questi frutti sono dolci e succosi, con un sapore unico che può variare leggermente a seconda della varietà e delle condizioni di coltivazione.

La pianta cresce bene in climi temperati, con una preferenza per le zone con estati calde e inverni freddi. Ha bisogno di terreno ben drenato e preferisce posizioni soleggiate. Le piante possono essere coltivate sia come alberi singoli che come arbusti, a seconda delle tecniche di potatura e del desiderio dell’agricoltore. Le more di gelso maturano in estate ed è importante raccoglierle quando sono completamente mature per ottenere il miglior sapore e valore nutrizionale.

Le foglie di gelso

Le foglie di gelso, note per il loro ruolo nell’allevamento del baco da seta, hanno anche utilizzi culinari e potenziali benefici per la salute. Si possono utilizzare fresche o essiccate per preparare tè, infusi o estratti. Molte culture le impiegano come involucro per avvolgere cibi, come nel dolma mediorientale. Le foglie giovani e tenere possono essere aggiunte alle insalate per un tocco di sapore leggermente erbaceo. Si possono utilizzare come involucro naturale per grigliate, creando un sapore unico e delicato. Inoltre, le foglie di gelso sono state studiate per le loro proprietà antidiabetiche, antiossidanti e antinfiammatorie. Tuttavia, è importante raccoglierle in zone non inquinate e consultare un medico prima di utilizzarle per scopi medicinali.

Benefici e proprietà delle more di gelso

Le more di gelso vantano una serie di benefici e proprietà per la salute grazie alla loro composizione nutrizionale ricca e alle proprietà fitochimiche:

  • Ricche di antiossidanti: contengono antiossidanti come le antocianine, che aiutano a combattere lo stress ossidativo nel corpo, riducendo il rischio di danni cellulari e malattie croniche;
  • Sostanze nutritive: sono una buona fonte di vitamine, tra cui la vitamina C, che supporta il sistema immunitario e la pelle sana, e la vitamina K, che è importante per la coagulazione del sangue e la salute ossea;
  • Fibra alimentare: sono ricche di fibre, che favoriscono la regolarità intestinale, contribuiscono alla sazietà e possono aiutare a regolare i livelli di zuccheri nel sangue;
  • Salute cardiovascolare: gli antiossidanti e i composti fitochimici presenti nei frutti possono aiutare a migliorare la salute del cuore riducendo l’infiammazione e contribuendo al controllo della pressione sanguigna;
  • Salute cognitiva: alcune ricerche suggeriscono che i composti presenti potrebbero avere effetti positivi sulla funzione cognitiva e sulla memoria;
  • Proprietà antinfiammatorie: i flavonoidi e altri composti bioattivi presenti nelle more di gelso possono avere proprietà antinfiammatorie che contribuiscono al benessere generale;
  • Supporto per la digestione: grazie al contenuto di fibre, possono favorire la salute digestiva e migliorare la regolarità intestinale;
  • Controllo del peso: le fibre possono aiutare a controllare l’appetito e a gestire il peso corporeo;
  • Salute della pelle: l’alto contenuto di vitamina C può contribuire a una pelle sana, stimolando la produzione di collagene;
  • Supporto al sistema immunitario: grazie alla presenza di vitamina C e altri nutrienti, possono contribuire a rafforzare il sistema immunitario.

Si ricordi che gli effetti possono variare da persona a persona e che è importante consultare il proprio medico in caso di dubbi specifici.

Le controindicazioni

Il consumo di more di gelso è generalmente considerato sicuro e benefico per la maggior parte delle persone, se moderato. Tuttavia, ci sono alcune considerazioni da tenere a mente:

  • Allergie: come per qualsiasi alimento, è possibile sviluppare un’allergia alle more di gelso. Se si verifica un’eruzione cutanea, prurito, gonfiore o altri sintomi dopo aver consumato le more, potrebbe essere necessario consultare un medico per stabilire se si tratta di un’allergia;
  • Interazioni farmacologiche: possono interagire con alcuni farmaci, in particolare quelli utilizzati per abbassare i livelli di zuccheri nel sangue;
  • Stomaco sensibile: alcune persone potrebbero sperimentare disturbi gastrointestinali come bruciore di stomaco o disagio se consumano troppe more, specialmente se hanno un sistema digestivo sensibile;
  • Diabete: a causa del loro contenuto di zuccheri naturali, le persone con diabete dovrebbero monitorare attentamente il consumo di more di gelso e tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue;
  • Calorie e controllo del peso: sebbene siano nutrienti e ricche di antiossidanti, contengono anche zuccheri e calorie. Il consumo eccessivo potrebbe contribuire all’assunzione calorica complessiva, il che potrebbe influire sul controllo del peso;
  • Effetto lassativo: a causa del contenuto di fibre, il consumo eccessivo potrebbe avere un effetto lassativo;
  • Ossalati: contengono ossalati, che possono contribuire alla formazione di calcoli renali in individui suscettibili. Le persone con una storia di calcoli renali dovrebbero consultare un medico prima di aumentare il consumo di cibi ricchi di ossalati;
  • Contaminazione: come con qualsiasi frutto, è importante lavare bene le more di gelso prima di consumarle per rimuovere eventuali contaminanti.

In generale, è sempre consigliabile consultare un medico prima di apportare modifiche significative alla propria dieta, soprattutto se si hanno condizioni mediche preesistenti o se si stanno assumendo farmaci.

L’uso in cucina

Le more di gelso sono versatili in cucina. Aggiungetele a yogurt, cereali o frullati per un tocco dolce e salutare. Utilizzatele per preparare marmellate, sciroppi o salse da accompagnare a dolci o formaggi. Incorporatele in dessert come torte, crostate o gelati per un sapore fruttato. Le more di gelso si sposano bene con formaggi cremosi e salumi. Potete anche congelarle per avere un’opzione fresca fuori stagione. Aggiungete le more a insalate, piatti di carne o pollame per un contrasto di dolcezza. Esplorate combinazioni con altri tipi di frutta o utilizzatele come guarnizione in piatti salati o dolci.

Le ricette

Ecco 2 ricette con questo gustoso ingrediente.

  • Marmellata di more di gelso (400g di more): in una pentola, unite 400g di more lavate e 200g di zucchero. Cuocete a fuoco medio, mescolate finché lo zucchero si scioglie. Aggiungete il succo di mezzo limone e cuocete per 15 minuti, mescolando di tanto in tanto. Schiacciate leggermente le more mentre cuociono. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, versate la marmellata in barattoli sterilizzati, chiudeteli bene e capovolgeteli per il sottovuoto.
  • Insalata di more di gelso e formaggio di capra (200g di more): in una ciotola, mescolate 200g di more lavate, 100g di formaggio di capra a pezzetti, 50g di noci tritate e foglie di basilico. Condite con olio d’oliva, aceto balsamico, sale e pepe. Mescolate delicatamente e servite come antipasto o contorno fresco e saporito.
Condividi