COP28, Meloni: “la transizione sia ecologica e non ideologica”

"Siamo qui non per noi ma per quelli che verranno dopo di noi"
MeteoWeb

La COP28deve essere un punto di svolta” ma “serve una transizione ecologica e non ideologica“. “L’Italia sta facendo la sua parte nella decarbonizzazione in modo pragmatico con un approccio libero da radicalismi“: è quanto ha affermato il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, prendendo la parola alla sessione plenaria del summit ad alto livello di COP28 a Dubai per rappresentare la posizione dell’Italia. “Se vogliamo essere efficaci dobbiamo perseguire una sostenibilità ambientale che non comprometta la sfera economico-sociale“.

È un momento chiave del nostro sforzo per contenere la crescita delle temperature entro 1,5°C. Anche se ci sono ragioni per essere ottimisti, l’obiettivo è lontano, la COP28 deve essere una svolta. Siamo chiamati a dare una chiara direzione e agire in modo ragionevole ma concreto,” ha proseguito il premier. “Siamo consapevoli che gli sforzi oggi saranno visibili quando molti noi non avranno più ruoli di responsabilità ma siamo qui non per noi ma per quelli che verranno dopo di noi” e questo “definisce il valore della nostra leadership“.

Condividi