Samoa Americane, l’isola tropicale di Tutuila vista dallo Spazio

Tutuila ospita la capitale delle Samoa Americane, Pago Pago
MeteoWeb

La missione Copernicus Sentinel-2 ci mostra una vista straordinaria dell’isola tropicale di Tutuila, la più grande dell’arcipelago delle Samoa Americane nell’Oceano Pacifico Meridionale. Le Samoa Americane sono un territorio non incorporato degli Stati Uniti e fanno parte della catena delle Isole Samoa, situate a circa 4.000 km a Sud/Ovest delle Hawaii e a circa 3.000 km a Nord/Est della Nuova Zelanda. La parte orientale della catena di isole forma le cosiddette Samoa Americane, mentre la parte occidentale forma lo stato indipendente di Samoa.

Le Samoa Americane comprendono cinque isole vulcaniche – Tutuila, Aunu’u, Tau, Ofu e Olosega – e due atolli corallini, Rose e Swains.

Tutuila è un’isola piccola e stretta che ospita numerose montagne vulcaniche. Con i suoi 653 metri, il monte Matafao, che si trova al centro dell’isola, è il più alto. La catena montuosa che attraversa l’isola è frastagliata, con ripide scogliere che ne dominano la parte settentrionale. Il Sud è più pianeggiante. I banchi corallini creano barriere verso il mare aperto, dando vita a lagune visibili nel colore turchese, prominenti al largo della costa meridionale.

Tutuila ospita la capitale delle Samoa Americane, Pago Pago, che si trova sull’insenatura più profonda e che divide l’isola quasi in due. Servita da un porto trafficato, l’area urbana di Pago Pago comprende diversi villaggi e spiagge rinomate. Comprende anche parte del Parco Nazionale delle Samoa Americane, dove una fitta foresta pluviale tropicale e barriere coralline incontaminate sono protette. Il parco è l’unico parco nazionale degli Stati Uniti nel Pacifico Meridionale. A circa 10 km a sud-ovest della città, le piste dell’Aeroporto Internazionale di Pago Pago, in parte costruito su una barriera corallina, possono essere facilmente individuate nell’immagine.

La piccola isola vulcanica al largo della costa sud-orientale di Tutuila è Aunu’u. Si estende per circa 1,5 kmq e ospita la Palude di Faimulivai, una palude d’acqua dolce visibile come un’area scura nella parte orientale dell’isola. Un punto di riferimento naturale nazionale protetto nell’ambito del programma National Natural Landmark, la palude di Faimulivai si è formata dal drenaggio del basso cratere Aunu’u e costituisce la più grande zona umida di questo tipo delle Samoa Americane.

Condividi