Clima, il commento allarmista dell’ONU sul rapporto Copernicus: “caldo del 2023 anteprima di un futuro catastrofico”

Le parole di Antonio Guterres: "il 2023 è stata una mera anteprima del futuro catastrofico che ci attende se non agiamo ora”
MeteoWeb

Oggi il Copernicus Climate Change Service ha presentato i dati del rapporto Global Climate Highlights 2023, basato principalmente sul set di dati di rianalisi Era5. Secondo il rapporto, le temperature globali hanno raggiunto livelli eccezionalmente elevati nel 2023 che si conferma come l’anno solare più caldo nei dati registrati a partire dal 1850: nel dettaglio, la temperatura media globale è stata di 14,98°C, 0,17°C in più rispetto al 2016 (precedente anno più caldo). Non potevano mancare i commenti improntati all’allarmismo delle Nazioni Unite, tramite le parole del Segretario generale Antonio Guterres.

Il 2023 è stato confermato come l’anno più caldo mai registrato. Tuttavia, il 2023 è stata una mera anteprima del futuro catastrofico che ci attende se non agiamo ora”, ha scritto Guterres su X. “I leader devono impegnarsi in un’azione climatica innovativa, porre fine all’era dei combustibili fossili – in modo equo e veloce – e investire nell’aiutare i soggetti più vulnerabili”, ha aggiunto.

Condividi