Escursionista precipita in un canalone sull’Appennino modenese: complesso intervento di recupero

Un’escursionista è scivolata precipitando in un canalone per circa 50 metri e sbattendo contro le rocce
MeteoWeb

Incidente in montagna sull’Appennino modenese per una donna di 38 anni. Incamminata sul sentiero 433 che da Monte Libro Aperto porta al rifugio Taburri, nella zona di Pizzo dei Sassi Bianchi, la donna, residente a Faenza, ha perso l’equilibrio per cause ancora da chiarire ed è scivolata, precipitando in un canalone per circa 50 metri e sbattendo contro le rocce. È stato il compagno ad attivare i soccorsi. L’escursionista è stata recuperata dai tecnici del Soccorso Alpino della stazione del Monte Cimone e dall’elicottero dell’EliPavullo impegnati in un difficile intervento.

A seguito di complesse manovre di corda, la donna è stata recuperata dai tecnici presenti e poi EliPavullo è riuscito a portare a bordo la 38enne e l’equipe sanitaria per trasportarla d’urgenza all’ospedale Maggiore di Modena. Il compagno ed il cane sono stati successivamente riaccompagnati alla propria auto dai soccorritori della stazione del Monte Cimone.

Condividi