Teramo: piazzale della caserma intitolato a Giulio Alberto Pacchione

Giulio Alberto Pacchione ha perso la vita per una caduta in parete mentre si addestrava, in cordata, nel cuore delle Alpi Giulie
MeteoWeb

Nella mattinata odierna, in concomitanza con la visita pastorale alle fiamme gialle della città e della provincia di Teramo da parte dell’ordinario militare per l’Italia, Santo Marcianò, il piazzale interno della caserma è stato intitolato, con una solenne cerimonia, al finanziere tecnico soccorso alpino Giulio Alberto Pacchione, scomparso il 17 agosto 2023 durante un’attività di servizio a Tarvisio (UD).

All’evento hanno presenziato il comandante regionale Abruzzo, generale di brigata Germano Caramignoli, i familiari del militare prematuramente scomparso e le massime autorità civili, militari e religiose della provincia, tra le quali il prefetto di Teramo, Fabrizio Stelo, e Lorenzo Leuzzi, vescovo della Diocesi di Teramo-Atri.

Originario di Silvi, in provincia di Teramo, il militare cui si è reso omaggio, in forza a Tarvisio, quale componente della Stazione Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, mentre era impegnato in attività di servizio, ha perso la vita per una caduta in parete mentre si addestrava, in cordata, su un percorso di notevole difficoltà nel cuore delle Alpi Giulie, sul monte Mangart, al confine tra Italia e Slovenia.

Questa la motivazione dell’intitolazione del piazzale al militare scomparso: “Finanziere Tecnico Soccorso Alpino che, nel corso della sua carriera militare, ha contribuito a elevare il prestigio del Corpo prestando servizio con estrema serietà, consolidata competenza, lodevole altruismo, costante impegno, non comune disponibilità e fulgida dedizione, fino a immolare la propria giovane vita ai più nobili ideali di militare solidarietà“.

Condividi