Cresce l’attesa: il Giappone rinvia il 2° lancio del razzo H3 a causa del maltempo

L'imminente lancio dell'H3 è definito come "volo di prova"
MeteoWeb

La Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) ha reso noto martedì che posticiperà la data di lancio del nuovo razzo H3 rispetto a quella inizialmente prevista (il 15 febbraio) a causa del maltempo nell’area di liftoff. La nuova data di lancio verrà comunicata a breve. Le condizioni meteorologiche sul sito di lancio, il centro spaziale di Tanegashima, nel Sud del Giappone, sembrano destinate a migliorare venerdì sera, ha riferito in conferenza stampa il project manager H3 di JAXA, Masashi Okada.

Il lancio avverrà circa un anno dopo che il primo volo (fallito) del nuovo razzo giapponese a marzo ha portato alla perdita di un satellite di osservazione terrestre e ad una diffusa interruzione dei piani di esplorazione satellitare e planetaria giapponese.

Sebbene JAXA non sia riuscita a identificare la causa diretta dell’incidente, in cui il motore del 2° stadio del razzo H3 non si è acceso, ha elencato 3 possibili guasti elettrici in una revisione pubblicata ad ottobre e ha implementato i rimedi.

L’imminente lancio dell’H3 è definito come “volo di prova” e trasporta una massa fittizia per il timore di perdere un altro satellite. Due microsatelliti per l’osservazione della Terra, uno di Canon Electronics e un altro di Seiren, sono a bordo come payload secondari.

Sviluppato da JAXA e dall’appaltatore principale Mitsubishi Heavy Industries, H3 avrebbe dovuto sostituire il razzo H-IIA. Sulla scia dello storico sbarco sulla Luna della sonda SLIM il mese scorso, un volo H3 di successo dimostrerebbe ulteriormente le capacità spaziali del Giappone.

Condividi