Maltempo Marocco, cime innevate e città sott’acqua: 6 morti per crolli

La pioggia era molto attesa per dare sollievo dalla siccità, ma ha provocato vittime
MeteoWeb

La neve torna a imbiancare le vette del Marocco, sia sull’Atlante che sul Rif, mentre la pioggia scende abbondante anche nelle pianure. Tuttavia, l’arrivo di questo maltempo tanto atteso, a causa della grave siccità che ha colpito il Paese, ha portato con sé anche conseguenze drammatiche. Nel corso del fine settimana, 6 persone sono morte a causa dei danni nei centri storici. Sabato sera, 2 donne e 3 uomini hanno perso la vita a causa del crollo di un edificio fatiscente situato nella vecchia Medina di Fes. Le pareti dell’edificio in cui vivevano non sono state in grado di reggere il peso delle intense piogge. A Tangeri, venerdì, potenti raffiche di vento e pioggia hanno causato il distacco della facciata di un edificio, che si è abbattuto causando la morte di una donna. Inoltre, 4 antichi edifici sono crollati nella vecchia Medina di Marrakech, fortunatamente senza provocare vittime.

Condividi