Montagna: soccorsi escursionisti bloccati dalla neve in Val Cimoliana

Bloccati in una tenda vicino al Bivacco Perugini, ad un'altitudine di circa 1900 metri
MeteoWeb

Nella mattina odierna sono stati recuperati l’uomo e la donna che erano rimasti bloccati a causa della neve in una tenda situata vicino al Bivacco Perugini, ad un’altitudine di circa 1900 metri nella Val Cimoliana, nel territorio del comune di Cimolais. Ieri sera, l’elicottero militare del V Reggimento Aves Rigel di Casarsa della Delizia è stato costretto a fare ritorno alla base a causa di problemi tecnici, impedendo ai soccorritori di essere trasportati in quota.

I soccorritori, 6 in totale e appartenenti al Soccorso Alpino e ai Vigili del Fuoco della stazione Valcellina, sono quindi partiti a piedi dal Rifugio Pordenone. Armati di torce e attrezzature tecniche, hanno risalito la Val Montanaia fino a raggiungere, intorno alle 3 del mattino, la tenda dove si trovavano i due malcapitati. Immediatamente li hanno assistiti nel trasferimento al bivacco Perugini, dove hanno atteso l’alba.

La donna, di 34 anni, presentava uno strappo muscolare e segni iniziali di ipotermia. È stata quindi trasportata all’alba dall’elisoccorso regionale, già operativo a Cimolais anche durante le ore notturne, e diretta verso i monti appena le condizioni meteorologiche lo hanno permesso. Dopo un breve controllo in ambulanza, è stata trasferita in ospedale a Pordenone per ulteriori accertamenti.

L’uomo, che non presentava problemi di salute, insieme ai 6 soccorritori, è stato evacuato dal bivacco grazie all’intervento del secondo elicottero, appartenente alla Protezione Civile.

Condividi