Clima: continua la serie di record delle temperature globali, 2° aprile più caldo in Europa ma che sbalzi…

Il mese di aprile 2024 è stato più caldo a livello globale di qualsiasi aprile precedente registrato: il bollettino Copernicus
MeteoWeb

Il servizio Copernicus Climate Change (C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine per conto della Commissione europea con finanziamenti dell’UE, pubblica regolarmente bollettini climatici mensili che riportano i cambiamenti osservati nelle temperature globali dell’aria superficiale e del mare, nella copertura di ghiaccio marino e nelle variabili idrologiche. Tutti i risultati riportati si basano su analisi generate al computer e secondo il set di dati di rianalisi ERA5, utilizzando miliardi di misurazioni provenienti da satelliti, navi, aerei e stazioni meteorologiche in tutto il mondo. Di seguito, riportiamo i dettagli del bollettino per il mese di aprile 2024.

Temperatura dell’aria superficiale e della superficie del mare

Il mese di aprile 2024 è stato più caldo a livello globale di qualsiasi aprile precedente registrato nei dati, con una temperatura media dell’aria superficiale di +15,03°C, 0,67°C sopra la media del periodo 1991-2020 per aprile e 0,14°C sopra il precedente massimo stabilito nell’aprile 2016. Questo è l’undicesimo mese consecutivo ad essere il più caldo nel registro di dati ERA5 per il rispettivo mese dell’anno. Sebbene insolita, una serie simile di record mensili di temperatura globale si è verificata in precedenza, nel 2015/2016.

Il mese è stato di 1,58°C più caldo rispetto a una stima della media di aprile per il periodo 1850-1900, il periodo di riferimento preindustriale designato.

La temperatura media globale degli ultimi 12 mesi (maggio 2023 – aprile 2024) è la più alta mai registrata, pari a 0,73°C sopra la media del periodo 1991-2020 e 1,61°C sopra la media preindustriale del periodo 1850-1900.

anomalie temperature mensili
Credit: C3S/ECMWF

La temperatura media europea per aprile 2024 è stata di 1,49°C superiore alla media di aprile 1991-2020, rendendo il mese il secondo aprile più caldo mai registrato per il continente. Le temperature sono state maggiormente al di sopra della media nelle regioni dell’Europa orientale. Fennoscandia e Islanda hanno registrato temperature inferiori alla media. La temperatura media, tuttavia, maschera il contrasto tra le temperature più calde e quelle più fredde sperimentate all’inizio e alla fine di aprile nell’Europa occidentale.

Al di fuori dell’Europa, le temperature sono state maggiormente superiori alla media nel Nord America settentrionale e nordorientale, in Groenlandia, nell’Asia orientale, nel Medio Oriente nordoccidentale, in parti del Sud America e in gran parte dell’Africa.

El Niño nel Pacifico equatoriale orientale ha continuato a indebolirsi verso condizioni neutre, ma le temperature dell’aria marina in generale sono rimaste a un livello insolitamente alto.

La temperatura globale della superficie del mare (SST) media per aprile 2024 su 60° S-60° N è stata di +21,04°C, il valore più alto mai registrato per il mese, leggermente inferiore ai 21,07°C registrati per marzo 2024. Questo è il tredicesimo mese consecutivo in cui la SST è stata la più alta nel registro di dati ERA5 per il rispettivo mese dell’anno.

temperatura superficiale mare
Credit: Copernicus Climate Change Service/ECMWF
anomalia temperatura mare aprile 2024
Credit: Copernicus Climate Change Service/ECMWF

Carlo Buontempo, direttore del Copernicus Climate Change Service (C3S), afferma: “El Niño ha raggiunto il picco all’inizio dell’anno e le temperature della superficie del mare nel Pacifico tropicale orientale stanno ora tornando verso condizioni neutre. Tuttavia, mentre le variazioni di temperatura associate a cicli naturali come El Niño vanno e vengono, l’energia extra intrappolata nell’oceano e nell’atmosfera dalle crescenti concentrazioni di gas serra continuerà a spingere la temperatura globale verso nuovi record”.

Idrologia

Nell’aprile 2024, le condizioni sono state prevalentemente più piovose della media sulla maggior parte dell’Europa nordoccidentale, centrale e nordorientale. La maggior parte dell’Europa meridionale, comprese gran parte della Spagna orientale, dell’Italia peninsulare, dei Balcani occidentali, della Turchia, dell’Ucraina e della Russia meridionale, nonché dell’Islanda, sono state più asciutte della media.

Nell’aprile 2024, le condizioni sono state più piovose della media nelle regioni del Nord America centrale, orientale e meridionale, in tutta l’Asia centrale, nei Paesi del Golfo Persico, nell’Asia più orientale, nell’Australia orientale, nel Brasile meridionale; le forti piogge spesso hanno portato ad inondazioni.

Condizioni più asciutte della media sono state osservate in alcune parti del Messico settentrionale, attorno al Mar Caspio e all’Altopiano Tibetano. Anche la maggior parte dell’Australia è stata più asciutta della media.

Ghiaccio marino

L’estensione del ghiaccio marino artico è stata di circa il 2% inferiore alla media, un’anomalia negativa relativamente piccola rispetto alle anomalie di aprile registrate negli ultimi 10 anni. Come a marzo, le anomalie della concentrazione del ghiaccio marino erano miste in tutto l’Oceano Artico. Le concentrazioni sono rimaste al di sopra della media nel Mare di Groenlandia, una caratteristica persistente da ottobre.

L’estensione del ghiaccio marino antartico è stata del 9% inferiore alla media, la decima estensione più bassa di aprile nel registro dei dati satellitari, continuando uno schema di frequenti grandi anomalie negative osservato dal 2017. Come a febbraio e marzo, le concentrazioni di ghiaccio marino sono state per lo più inferiori alla media nel Mare di Weddell settentrionale e nel settore del Mare di Ross-Amundsen.

Condividi