Caccia Sardegna, il Tar: “stop a quella di lepre e pernice sarda”

Il Tar Sardegna ha accolto il ricorso, concedendo la sospensiva, presentato dall'associazione ecologista Gruppo d'Intervento Giuridico onlus sul calendario venatorio regionale 2017-2018

Il Tar Sardegna ha accolto il ricorso, concedendo la sospensiva, presentato dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus sul calendario venatorio regionale 2017-2018 per la parte che riguarda la Caccia alla lepre sarda e alla pernice sarda.

Il provvedimento impugnato da Grig, rappresentato dall’avvocato Carlo Augusto Melis Costa, prevede per le due giornate di Caccia previste (24 settembre e 1 ottobre 2017) la possibilita’ di cacciare 71.974 Lepri sarde e 143.948 Pernici sarde per i 35.987 cacciatori autorizzati alla Caccia in Sardegna, secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili contenuti nel piano faunistico-venatorio della Sardegna in corso di approvazione.

“La Caccia alla Lepre e alla Pernice sarda e’ stata autorizzata nonostante la consistenza delle rispettive popolazioni non siano puntualmente conosciute, pur definite ‘tendenti alla diminuzione’ dallo stesso Piano”, evidenzia il portavoce di Grig Stefano Deliperi nel dare notizia della pronuncia del provvedimento cautelare del Tar. L’Ispra, nel suo parere sul calendario, aveva chiesto la chiusura della Caccia alle due specie, proprio per la mancanza di dati sulla consistenza delle rispettive popolazioni.

A queste richieste si erano associate le Province di Nuoro e Oristano. Ma il Comitato faunistico regionale, a maggioranza, ha deciso di non modificare il calendario. “La stessa Regione”, ricorda Deliperi, “ha dichiarato il conclamato stato di grave siccita’ ed eccezionale avversita’ atmosferica e ci vuol poca immaginazione per comprendere quali danni possa aver arrecato alla fauna selvatica, per giunta acuiti da disastrosi incendi estivi che han portato a esserpercorsi dal fuoco in Sardegna nei primi 7 mesi del 2017 circa 9 mila ettari a causa di 2.150 incendi, di origine dolosa o colposa”. L’udienza per la discussione nel merito e’ stata fissata per il 20 dicembre prossimo, “quando le due giornate di Caccia non potranno piu’ esser svolte”, osserva Deliperi: “Lepri e Pernici sarde per quest’anno sono salve”.