Ricerca, 16° premio L’Oréal alla Scienza in Rosa: 6 borse da 20mila euro

Sei borse di studio da 20mila euro: L'Oréal Italia annuncia l'avvio della 16esima edizione del premio 'L'Oréal Italia per le donne e la scienza'

Sei borse di studio da 20mila euro per accorciare la distanza verso le pari opportunità in laboratorio. L’Oréal Italia annuncia l’avvio della 16esima edizione del premio ‘L’Oréal Italia per le donne e la scienza’, promosso in collaborazione con la Commissione nazionale italiana per l’Unesco. Grazie all’iniziativa, dal 2002 a oggi 76 ricercatrici hanno potuto proseguire i propri studi nel nostro Paese.

Le candidature possono essere inviate online attraverso il sito http://forwomeninscience.com, entro e non oltre il 15 gennaio 2018. I nomi delle vincitrici verranno comunicati in giugno durante una cerimonia di premiazione. Ulteriori informazioni su www.loreal.it. 

“Prosegue l’impegno di L’Oréal Italia per favorire il perfezionamento della formazione di giovani ricercatrici nel Paese e per promuovere la partecipazione paritaria delle donne nello studio e nella ricerca, in tutti i campi della scienza”, afferma Francois-Xavier Fenart, Ceo di L’Oréal Italia, convinto che il programma “anche quest’anno vedrà numerose candidature da parte di giovani talenti. Nel corso delle edizioni ha permesso non solo di sostenere le ricercatrici in momenti importanti della propria carriera – precisa il manager – ma di divulgare un messaggio importante accolto anche da giovani ricercatrici italiane all’estero, come nel caso di 2 brillanti talenti italiani che hanno vinto l’edizione francese del premio L’Oréal-Unesco”.

La Commissione giudicatrice del premio è guidata dalla fisica calabrese Lucia Votano, prima donna a ricoprire il ruolo di direttore del Laboratorio nazionale del Gran Sasso dell’Infn (Istituto nazionale di fisica nucleare), che dall’anno scorso ha preso il posto dell’oncologo Umberto Veronesi.

Il panel è composto da Enrico Alleva, dirigente di ricerca e direttore del Reparto di neuroscienze comportamentali del Dipartimento di biologia cellulare e neuroscienze dell’Istituto superiore di sanità; Mauro Anselmino, professore di fisica teorica all’università degli Studi di Torino; Mauro Ceruti, professore ordinario di logica e filosofia della scienza all’università Iulm di Milano; Maria Benedetta Donati, coordinatore scientifico dei Laboratori di ricerca dell’università Cattolica di Campobasso; Cristina Emanuel, direttore scientifico di L’Oréal Italia; Marcella Motta, professore emerito di fisiologia all’università degli Studi di Milano e membro effettivo dell’Istituto lombardo Accademia di scienze e lettere. New entry dell’edizione numero 16 del premio Salvatore Magazù, professore ordinario al Dipartimento di scienze matematiche e informatiche, scienze fisiche e scienze della terra-Mift dell’università di Messina.