Milano, incidente in azienda metalmeccanica: 3 morti, operai intossicati

Grave incidente a Milano in un'Azienda metalmeccanica in via Rho. Sei operai sono stati trasportati in ospedale in gravi condizioni a seguito di un Incidente all'interno della ditta

DANIELE BENNATI

Grave incidente a Milano in un’Azienda metalmeccanica in via Rho. Sei operai sono stati trasportati in ospedale in gravi condizioni a seguito di un Incidente all’interno della ditta che lavora materiali ferrosi. I dipendenti dell’azienda, sono stati trovati privi di sensi per cause ancora da accertare. Gli operai potrebbero aver respirato vapori tossici. Sul posto sono state inviate diverse ambulanze e ci sarebbero altre due persone in condizioni molto meno preoccupanti.

Dopo poco 3 degli operai sono deceduti. All’arrivo del 118 le loro condizioni erano gia’ disperate, sono morti poco dopo il trasporto in arresto cardiaco all’ospedale di Monza e al Sacco di Milano.

L’azienda “Lamina”, è stata sottoposta a sequestro. Secondo quanto appreso non e’ stato rilevato monossido di carbonio all’interno dei locali. Nel processo di lavorazione viene tuttavia utilizzato l’azoto, che potrebbe essere il gas che ha causato l’Incidente. Ulteriori accertamenti verrano svolti domattina dai carabinieri che seguono il caso.

Dalle notizie finora raccolte gli operai non sono entrati nel forno, ma nella fossa in cui e’ contenuto, per effettuare la manutenzione, e li’ hanno perso i sensi. Sarebbero scesi prima in 2, seguiti da un terzo e poi dai restanti 3 che hanno cercato di soccorrere e tirare fuori i colleghi.

Hanno perso la vita gli operai Marco Santamaria di 43 anni, Giuseppe Setzu, di 49, Arrigo Barbieri di 58. L’unico sopravvissuto e’ Giancarlo Barbieri, di 62 anni, attualmente in condizioni critiche. Ricoverati alla clinica Citta’ Studi, e ritenuti fuori pericolo, Alfonso Giocondo di 48 anni e Costantino Giampiero di 45.