Clima: per il 67% degli americani il governo Usa non fa abbastanza 

Secondo due americani su tre (67%), il governo Usa sta facendo poco per proteggere il Pianeta dal cambiamento climatico

Secondo due americani su tre (67%), il governo Usa sta facendo poco per proteggere il Pianeta dal cambiamento climatico. A dirlo e’ un sondaggio condotto dal Pew Research Center su un campione di 2.500 statunitensi.

Per il 69% l’amministrazione Trump – che ha fatto marcia indietro sull’accordo di Parigi – non sta facendo abbastanza per proteggere la qualita’ di fiumi e laghi, e il 64% pensa lo stesso in merito alla qualita’ dell’aria. Stando all’indagine, la maggioranza degli americani (53%) ritiene che il riscaldamento globale sia dovuto in larga misura alle attivita’ umane.

Il 29% si dice convinto che il fenomeno dipenda da cause naturali, mentre per il 17% non ci sono prove certe dell’esistenza del riscaldamento terrestre. Il sondaggio delinea una divergenza di opinioni tra democratici e repubblicani: tre quarti dei dem credono che la colpa del cambiamento climatico sia dell’uomo, contro un quarto dei repubblicani.

In merito alle politiche sul Clima, per il 72% dei repubblicani sono inutili o fanno piu’ male che bene, e per il 52% danneggiano l’economia. Il 66% dei democratici ritiene invece che aiutino l’ambiente, il 39% pensa che non danneggino l’economia e il 45% crede che portino vantaggi.

Sul fronte energetico, un’ampia maggioranza degli statunitensi e’ favorevole ad espandere il solare (89%) e l’eolico (85%), mentre sono poco piu’ di un terzo a sostenere un’espansione del fracking (39%), delle trivelle offshore (39%) e dell’estrazione del carbone (37%). Il 44% dice si’ a piu’ nucleare. Anche nell’energia emergono differenze politiche: poco meno di due repubblicani su tre, contro il 20% dei democratici, appoggiano un aumento delle perforazioni offshore, del carbone e del fracking. Se tra i democratici non ci sono differenze generazionali, lo stesso non vale nell’altro schieramento. Il 75% dei repubblicani della generazione dei baby boomers, ad esempio, e’ a favore delle trivellazioni in mare, contro il 44% dei millennials.