Farmaci, attenzione a antidolorifici e pillola anticoncezionale: possono causare depressione

Con i farmaci si sa, è sempre meglio non esagerare perché, oltre ai benefici, possono causare diversi effetti collaterali. Oltre i classici effetti legati a una reazione fisica, alcuni possono aumentare il rischio di depressione

Con i farmaci si sa, è sempre meglio non esagerare perché, oltre ai benefici, possono causare diversi effetti collaterali. Oltre i classici effetti legati a una reazione fisica, come un’eruzione cutanea o un mal di testa, quello che in molti non sanno è che alcuni possono aumentare il rischio di depressione.

Lo rivela uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association, che ha coinvolto 26mila persone: più di un terzo di esse ha sofferto di depressione come possibile effetto collaterale.

L’elenco di questi farmaci comprende quelli per il cuore, le pillole anticoncezionali e alcuni antidolorifici.

In particolare, i soggetti coinvolti nella ricerca avevano 18 anni d’età o più e avevano assunto almeno uno dei tipi di farmaci da prescrizione tra il 2005 e il 2014. Dai risultati è emerso che il 37% di questi farmaci da prescrizione, che comprende anche alcuni antidolorifici e antiacidi, ha sofferto di depressione forse collegata a uno dei potenziali eventi avversi.

Molti potrebbero essere sorpresi di apprendere che i loro farmaci, nonostante non abbiano nulla a che fare con l’umore o l’ansia o qualsiasi altra condizione normalmente associata alla depressione, possano aumentare il rischio di soffrire di sintomi depressivi e può portare a una diagnosi di depressione”, ha detto Dima Qato della University of Illinois, autore principale dello studio.