NASA: il rover Opportunity ha smesso di rispondere dopo la gigantesca tempesta di sabbia su Marte

Ci vorranno ancora diversi giorni prima che ci sia abbastanza luce solare da ricaricare la batteria di Opportunity attraverso i suoi pannelli solari

rover opportunity NASA

Il rover Opportunity della NASA su Marte non emette alcun segnale da quando una gigantesca tempesta di sabbia si è abbattuta sul pianeta, oscurando il sole. I controllori hanno cercato di contattare il rover la scorsa notte, ma Opportunity non ha emesso alcuna risposta.

La tempesta ha cominciato a crescere alla fine di maggio e ora copre un quarto del pianeta. Quando ha colpito il rover, le sua batterie stavano erogando 645 watt-ora di energia, ma i livelli si sono poi abbassati gradualmente al di sotto dei 24 volt, una carica bassissima che l’8 giugno ha costretto la NASA a sospendere le operazioni scientifiche. La NASA fa sapere che la batteria è così bassa che solo un orologio è ancora in funzione, per riattivare il veicolo spaziale per i controlli periodici del livello di potenza.

I controllori prevedono che ci vorranno ancora diversi giorni prima che ci sia abbastanza luce solare da ricaricare la batteria di Opportunity attraverso i suoi pannelli solari. “Opportunity rimarrà in questa modalità finché non ci sarà energia sufficiente per ricaricare le batterie. A quel punto, il rover tenterà autonomamente di svegliarsi e comunicare con noi. Quindi, siamo in attesa e stiamo ascoltando ogni giorno i possibili segnali dal rover“, ha detto John Callas, project manager della missione al Jet Propulsion Laboratory della NASA.

Gli ingegneri sono ottimisti sulle possibilità di sopravvivenza del rover alla tempesta, ma data la sua età sono un po’ in apprensione. “E’ come avere una nonna di 97 anni in coma: i medici ti dicono che devi solo darle tempo e lei si sveglierà, ma data l’età tu sei preoccupato” ha detto Callas.

La NASA ha lanciato i rover gemelli Opportunity e Spirit nel 2003 per studiare le rocce e il suolo marziani. Spirit non ha funzionato per diversi anni, mentre Opportunity, programmato per sopravvivere solo 3 mesi nel duro ambiente marziano, ha continuato a condurre le sue esplorazioni ben oltre la durata prevista della sua missione.