Vaccini, Burioni: “Lo Stato non può barcollare tra scienza e realtà”

Vaccini, Burioni: “Lo Stato non può barcollare tra scienza e realtà”

"Lo Stato non può barcollare tra scienza e superstizione. La scienza è una continua acquisizione e si corregge anche, ma la correggono gli scienziati, non il primo che scrive su Twitter o Facebook"

Roberto Burioni
Il virologo Roberto Burioni

“Lo Stato non può barcollare tra scienza e superstizione. La scienza è una continua acquisizione e si corregge anche, ma la correggono gli scienziati, non il primo che scrive su Twitter o Facebook”. Lo ha detto l’immunologo e virologo Roberto Burioni, divulgatore scientifico dei vaccini, intervistato da Matteo Renzi durante un talk alla stazione Leopolda9 in corso a Firenze.

Prima dell’intervista, Matteo Renzi, introducendo il professor Roberto Burioni, da sempre impegnato a smontare le fake news sui vaccini, ha ricordato: “Chiesi a Burioni a Milano, una sera in auto, di candidarsi. Credevo fosse una proposta a cui non poteva dire no, invece mi ha detto no”.

Burioni ha risposto a Renzi che il rifiuto fu motivato dal fatto che sarebbe stato più utile il suo impegno contro le sciocchezze sui vaccini restando fuori dalla politica.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...